Sformati di riso al nero di seppia e gamberi

Gli Sformati di riso al nero di seppia e gamberi sono un’idea perfetta per servire in maniera diversa un risotto gourmet. Questo piatto è perfetto se volete stupire i vostri commensali o se volete organizzare una cena a buffet ma chic!

Gli Sformati di riso al nero di seppia e gamberi sono facili da realizzare ed il vero ingrediente segreto che darà quel quid in più al vostro piatto è la seppia, più fresca e ricca di nero sarà migliore sarà la sua riuscita. Ma se non sapete dove reperire la seppia o se utilizzate quella surgelata per comodità, non temete potrete sempre acquistare il sugo di nero di seppia già pronto, sicuramente il piatto perderà il tipico sapore del mare ma otterrete ugualmente un buon risultato.

Se la ricetta degli Sformati di riso al nero di seppia e gamberi  vi è piaciuta condividetela.

Vi aspetto sulla pagina Facebook di Sale e Zucchero per tante altre novità, entra a far parte della community culinaria più simpatica che ci sia.

Alla prossima ricetta!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Riso Carnaroli 250 g
  • Nero di seppia (o 150 g di condimento al nero di seppia) 1 sacca
  • Seppia 1
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Gamberetti 200 g
  • Curcuma in polvere 1 cucchiaino
  • Pangrattato 2 cucchiai
  • Olio di oliva q.b.
  • Cipolla 1/2
  • Burro 40 g
  • Peperoncino 1/2
  • Concentrato di pomodoro 2 cucchiaini
  • Vino bianco 1/2 bicchiere

Preparazione

  1. Innanzitutto prendete la seppia e pulitela, privatela della sacca contenente il nero di seppia, la sacca si trova sul dorso della seppia dove c’è l’osso. Una volta estratta la sacca con il nero riponetela in un contenitore e copritela con un tovagliolo umido. Spellate la seppia e riducetela a piccoli tocchetti.

    Prendete un tegame dai bordi alti e fate rosolare nel burro fuso la cipolla tritata ed uno spicchio d’aglio intero che leverete quando sarà ben dorato.

    Aggiungete il riso e fate tostare, sfumate con li vino bianco e quando l’alcool in eccesso sarà evaporato aggiustate leggermente di sale.

  2. A questo punto aggiungete circa 300 ml di acqua ed aprite la sacca con il nero di seppia direttamente dentro il tegame. Aggiungete la seppia ridotta a pezzi, il prezzemolo tritato, il peperoncino ed il concentrato di pomodoro. Proseguite la cottura aggiungendo acqua al bisogno, aggiustate di sale e pepe.

  3. Quando il riso sarà cotto, spegnete e fate riposare per qualche minuto, nel frattempo prendete degli stampi per muffin a forma di cuore (o la forma che preferite), spennellateli con dell’olio di oliva e spolverizzate con il pangrattato.  Versate il riso preparato sino a completare tutti gli stampi, io ne ho ottenuto 6.

    Fate cuocere in forno ventilato a 180° per 20 minuti.

  4. A cottura ultimata lasciate intiepidire, nel frattempo prendete i gamberetti precedentemente puliti e rosolateli in una padella con un filo di olio, 2 cucchiai di acqua e la curcuma. Aggiustate di sale e fate cuocere per qualche minuto.

  5. Uscite dagli stampi i cuori di riso al nero di seppia e disponete su un piatto, guarnite con i gamberetti alla curcuma e…

  6. .. B U O N  A P P E T I T O !

Prova anche….

Senza categoria
Precedente Corona di riso alle carote con crema ai piselli Successivo Frittelle di riso di San Giuseppe - Dolci di Carnevale

Lascia un commento