Crea sito

Sfincione palermitano – Ricetta originale

Oggi parleremo un po’ dello Sfincione palermitano, una vera e propria goduria per il palato, ho già l’acquolina in bocca solo a parlarvene.

Ai palermitani è ben noto ma a chi è lontano dalla Trinacria do qualche informazione in merito.  Lo Sfincione è una focaccia tradizionalmente venduta in strada, infatti rientra nel cosiddetto “street food”, condita con una salsa speciale, caciocavallo, acciughe, cipolla, mollica “atturrata” ed una salsa super densa, sono gli ingredienti base.

Morbido e condito con un filo di olio crudo conquisterà davvero tutti quanti.

Lasciatevi trasportare direttamente in Sicilia dallo Sfincione palermitano e per concludere questo articolo vi lascio le frasi che lo Sfincionaro (venditore ambulante di sfincione) abbannia (urla a gran voce) per le strade per vendere lo sfincione.

“…E’ bellu cavuru, ra biella vieru, uora u sfuirnavu! Chistu è spinciuni fattu ra biella vieru chi ciavuruuuu!”

Se la ricetta dello Sfincione palermitano  vi è piaciuta condividetela.

Vi aspetto sulla pagina Facebook di Sale e Zucchero per tante altre novità, entra a far parte della community culinaria più simpatica che ci sia.

Alla prossima ricetta!

  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 teglie
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per l'impasto

  • Semola di grano duro rimacinata 300 g
  • Farina 00 200 g
  • Lievito di birra fresco 50 g
  • Strutto 50 g
  • Sale 18 g
  • Acqua calda q.b.

Per la salsa sfincione

  • Cipolle bianche 3
  • Acciughe sott'olio 6
  • Caciocavallo grattugiato 50 g
  • Concentrato di pomodoro 150 g
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • dado 1
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio di oliva q.b.
  • Caciocavallo a cubetti 150 g
  • Pangrattato abbrustolito 5 cucchiai

Preparazione

  1. Iniziate a preparare la salsa sfincione.

    Affettate le cipolle e fatele rosolare per qualche minuto, in una pentola dai bordi alti, con olio di oliva.

  2. Successivamente aggiungete circa 250 ml di acqua (dovrete coprire le cipolle), un filo di olio di oliva, un dado ed una spolverata di pepe nero.

    Lasciate cuocere per circa 5 minuti coprendo con un coperchio ed unite le acciughe ridotte a pezzi.

  3. Trascorsi circa 10 minuti aggiungete la lattina di concentrato di pomodoro ed un bicchiere d’acqua. Lasciate cuocere per altri 10 minuti.

  4. Ne frattempo fate abbrustolire in una padella antiaderente il pangrattato e, quando sarà pronto mettetene 3 cucchiai nel condimento preparato. Mescolate e …

  5. … aggiungete  zucchero, caciocavallo grattugiato, sale, pepe ed un filo di olio di oliva. Mescolate per amalgamare il tutto e spegnete il fuoco. Ecco pronta la salsa sfincione.

  6. Adesso iniziamo ad impastare il tutto per la base dello sfincione.

    In una ciotola capiente versate le farine e lo strutto.

  7. Sciogliete il lievito in acqua calda, circa 250 ml. Assicuratevi che il lievito sia ben sciolto prima di unirla alle farine.

  8. Versate il lievito sciolto nel composto a base di farine e mescolate bene. Unite il sale e trasferite  l’impasto su un piano da lavoro infarinato. Impastate aggiungendo acqua se vi pare troppo secco, sino ad ottenere una pagnotta liscia e che non si appiccichi sulle mani. Fate lievitare la pagnotta, coperta da un canovaccio, per almeno 1 ora.

  9. Dividete la pagnotta a metà ed iniziate a stendere la pasta con il mattarello. Riponetela su una teglia unta con olio di oliva e livellate. Ripetete l’operazione con la seconda metà di impasto.

  10. Condite la base dello sfincione con qualche pezzetto di acciuga, pepe, origano e con qualche cubetto di caciocavallo, affondate bene i pezzetti nell’impasto. Spolverizzate con 2 cucchiai di caciocavallo grattugiato.

  11. Distribuite metà salsa sfincione sopra la base di impasto e ripetete l’operazione per la seconda teglia.

  12. Condite con il caciocavallo rimasto, sia a cubetti che grattugiato, e spolverizzate con un cucchiaio di pangrattato abbrustolito. Ripetete le operazioni per la seconda teglia.

  13. Fate cuocere in forno già caldo a 200° per 20 minuti. Servite a pezzi e buon appetito.

Prova anche….

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.