Pasta Frolla perfetta: Ricetta e Trucchi

La pasta frolla, protagonista indiscussa di dolci, crostate e biscotti, è un impasto base che si prepara con pochi ingredienti, apparentemente semplice, può essere molto insidiosa se non si seguono alcuni accorgimenti.

Ecco che oggi vi darò qualche suggerimento per ottenere una pasta frolla perfetta !!!

  • Lavorate l’impasto velocemente, in pochissimo tempo e con mani fredde, darete così al panetto la giusta consistenza;
  • Fate riposare il panetto in frigo per 1 ora avvolto nella pellicola alimentare;
  • Usate un burro di buona qualità, inoltre più burro si utilizza in proporzione alla farina e  più l’impasto sarà friabile, quindi giocate con questo ingrediente per ottenere un risultato più vicino alle vostre aspettative;
  • Usate una farina debole, che ha poco glutine, 140-220 w potrete trovare le farine specifiche per la frolla nelle grandi catene di supermercati o potete usare anche la farina 00, farina 0, ad esclusione delle farine per panificati, come la manitoba.
  • Potete usare sia lo zucchero semolato che quello a velo, le dosi non variano, la scelta dipende dal tipo di risultato che volete ottenere. Se si vuole una pasta frolla esteticamente più fine, per esempio per dei biscotti da tè, è meglio usare lo zucchero a velo;
  • Per ottenere una frolla che mantiene la forma è necessario infornare una frolla ben riposata, per almeno 1 ora, fredda di frigo e coperta con carta da forno e un peso (es. legumi, sfere di ceramica ecc…)

In base a ciò che vogliamo preparare, biscotti, crostata secca, crostata umida, possiamo scegliere fondamentalmente tra 2 metodi di lavorazione: Metodo Classico e Metodo Sabbiato.

Il Metodo Classico è quello utilizzato se si vuole una frolla che risulti meno friabile e quindi più croccante. Lo si può usare per qualunque tipo di preparazione. Prevede che vengano lavorati prima uova, zucchero e burro e successivamente si unisce la farina.

Il Metodo Sabbiato si utilizza se vogliamo una frolla più friabile. Si amalgama prima il burro con la farina, in tal modo la farina non entra in contatto con i liquidi che saranno poi uniti, ovvero le uova, evitando di rendere duro o croccante l’impasto.

Di seguito vi propongo uno schema riassuntivo dei 2 metodi e la ricetta perfetta della frolla classica.

Vi aspetto sulla mia  pagina Facebook di Sale & Zucchero. 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    1 crostata
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 00 300 g
  • Zucchero 120 g
  • Burro 150 g
  • Tuorlo 1
  • uovo 1
  • Sale 1 pizzico
  • Scorza di limone 1

Preparazione

  1. Ecco spiegati sinteticamente i metodi di lavorazione della pasta frolla. Scegliete voi quale usare in base al risultato finale che volete ottenere! Io adesso procederò con la ricetta, utilizzando il metodo classico.

  2. Montate l’uovo intero, il tuorlo e lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

    Mettete la farina, la scorza grattugiata di un limone, il sale e il burro a cubetti dentro una ciotola grande, amalgamate tutto ed aggiungete il composto di uova e zucchero.

    Trasferite il composto su un piano da lavoro infarinato ed impastate velocemente e amalgamate perfettamente il burro alla farina fino ad ottenere un panetto.

    Avvolgete il panetto nella pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

    Prendete il panetto e stendetelo con un mattarello  su un piano di lavoro leggermente infarinato e dividetelo a metà, una parte servirà a foderare lo stampo, l’altra per fare le classiche strisce della crostata!

    Non so se sapete che la pasta frolla può essere cotta con due modalità: la prima vedela la cottura della frlla a secco, la seconda, invece, con il ripieno.

    Se scegliete la cottura a secco dovete infornare la pasta frolla in forno modalità statica, già caldo, a 180° per 15 minuti. Quando sarà cotta, togliete i legumi e la carta forno e fate cuocere ancora per 10 minuti a 170°. Dopo, dovete far raffreddare e farcire a piacimento.

    Se, al contrario, scegliete la cottura con ripieno dovete cuocere la sfoglia secondo la modalità del “peso” dei legumi, in forno statico, già caldo, a 170° per 30 minuti. Non appena sarà cotta, sfornate e farcite, riponete in frigo e fate riposare!

    Tutto chiaro? Spero proprio di sì 😉

Prova anche….

Precedente Conchiglioni ripieni di carne, salumi e formaggi Successivo Zeppole con scaglie di mandorle

Lascia un commento