Crea sito

Frittata di scalogno

La frittata di scalogno, quella che vi do oggi è la ricetta di un piatto povero ma delizioso… semplicissima quanto gustosa, una delle pietanze più classiche della cucina calabrese. La si può mangiare come antipasto o come secondo, sia calda che fredda, un’idea pratica per i pic-nic fuori porta. Lo zio Pietro solo a guardarla direbbe: è speciale! lui va pazzo per le cipolle… in tutte le salse ma lo scalogno con il suo sapore delicato ma allo stesso tempo aromatico farebbe perdere la testa a tutti. Aggiungendo alle uova e allo scalogno anche il pecorino renderete la frittata ancora più ricca e stuzzicante, pochi e semplici ingredienti per portare in tavola una frittata di scalogno perfetta e dal gusto unico… Vi lascio la ricettina, SBIZZARRITEVI AD IMPIASTRICCIARE

frittata di scalogno
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 10scalogni
  • 6uova
  • 1 cucchiainopecorino (grattugiato)
  • q.b.sale
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. pulite e tagliate gli scalogni di media grandezza

  2. fateli rosolare in una padella con olio fino a farli completamente appassire a fuoco basso.

  3. In una terrina sbattete le uova con il sale ed il pecorino

  4. aggiungetele allo scalogno rosolato in padella, cuocere per circa 15 minuti con coperchio a fiamma bassa

  5. Quando vedete che il composto di uova inizia a rapprendersi sollevatela leggermente sui lati con una paletta di legno e lasciate scivolare parte del composto di uova che si trova in superficie sul fondo.

  6. Lasciate quindi cuocere la frittata fin quando non la vedrete asciugata completamente sul lato inferiore (quello a contatto con la padella)

  7. Nel momento in cui bisognerà girarla si dovrà tenere ben saldo il coperchio sulla padella che, con l’altra mano, sarà sollevata e capovolta. In questo modo la frittata passerà sul coperchio e potrà essere quindi rispostata in padella per essere cotta dall’altro lato.

  8. continuate la cottura per qualche minuto, impiattate e portate in tavola .

Vino, Antonio consiglia: Colli Etruschi viterbesi rosato amabile Doc

3,4 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Rosina

Amo impiastricciare ..sporco, pulisco , risporco e ripulisco.... ho due alleati in cucina...mio marito e il bimby