Come si fanno i pomodori secchi-proprietà e benefici

Come si fanno i pomodori secchi? Me lo hanno chiesto in tanti! Anche se per me era una cosa molto facile e scontata poichè sin da piccola ho vissuto con tutta la famiglia, nonni, zii, genitori e parenti vari, che facevano a gara a chi ne preparava di più!

Giornate afose d’estate trascorse anche a spaccare i pomodori e salarli, a prendere le tavole di pomodori e spostarli dove il sole era più forte, dove non c’era ombra. Processioni di ragazzi che prendevano la sera queste tavole e le portavano dentro casa per evitare che prendessero troppa umidità e quindi si guastassero.

Mi ricordo perfettamente questo rituale che si ripeteva ogni anno, e che ogni anno dava dei frutti molto graditi: vasi colmi di pomodoro secco tagliuzzato insieme agli aromi (Capuliato) oppure lasciato a petali, cioè a metà e poi chiuso e imbottito da una foglia di basilico (Nciappati).

Adesso ripeto quando posso, queste tradizioni che oltre al gusto, danno una soddisfazione quasi “spirituale” !

Provate a fare questa semplice ricetta e quando li avrete assaggiati, preparati da voi, con l’olio che sceglierete voi, vi garantisco che avranno un sapore veramente unico.

Scusatemi se mi sono troppo immersa nei miei ricordi e mi sono persa un po’: dovevo spiegarvi come si fanno i pomodori secchi!

Ma volevo anche farvi conoscere le qualità eccezionali di questo frutto sottoposto a essicazione:

Pomodori secchi proprietà e benefici:

Innanzitutto come tutta la frutta secca, i pomodori secchi sono ricchissimi di proprietà nutritive perchè hanno un’alta concentrazione di minerali: un processo che avviene quando li lasciamo asciugare al sole. Sottolineo questa fase perchè è molto diversa dall’asciugatura al forno, ottima soluzione in località con clima non caldo, ma che non dà gli stessi risultati di una asciugatura naturale come quella dell’esposizione all’aria aperta al sole.

Sono ricchi di antiossidanti come il licopene (potentissimo antitumorale), luteina e zeaxantina (protettive per la vista), e di ferro.

Contengono anche molto magnesio, sono ricchi di fibre, e da non sottovalutare che hanno pochissime calorie: 100 grammi di pomodori secchi apportano solamente 140 calorie ma ben 8 grammi di preziose proteine.

Ora capisco perchè c’erano tutti quei vasetti e perchè i miei nonni hanno vissuto più di 90 anni! 🙂

Ma ora vi spiego di seguito come si fanno i pomodori secchi!

come si fanno i pomodori secchi
  • Preparazione: 2/3 Giorni
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 1 vasetto
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 3/4 kg Pomodori
  • 1 vasetto Sale
  • q.b. Olio EVO
  • 1 mazzetto Basilico
  • q.b. Pepe nero
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 Peperoncino

Preparazione

  1. Per quanto riguarda il tipo di pomodoro da essiccare, sta a voi decidere: se utilizzate un pomodoro grande ci vorrà molto tempo per asciugare, mentre uno piccolo naturalmente ci metterà di meno! Dipende dal sole che avete a disposizione! 🙂

  2. Comunque è sempre meglio utilizzare un pomodoro dolce perchè il sale accentuerà il sapore acidulo del frutto.

     

  3. Scegliete i pomodori più sani e scartate quelli che hanno ammaccature o altro, e lavateli.

  4. Scolateli e poi tagliateli a metà lasciando una parte intera in modo da rimanere attaccate le due parti.

  5. Per quanto riguarda il verso del taglio:

    • Se utilizzate un ciliegino o comunque un pomodoro tondo, tagliatelo a metà come una arancia.
    • Se invece avete un pomodorino ovale (tipo Datterino o Piccadilly), tagliatelo nel senso della lunghezza in modo da avere nel taglio i semi. Questo modo di taglio di pomodoro agevolerà l’asciugatura!.
  6. come si fanno i pomodori secchi

    Stendete tutti i pomodori in una tavola di legno, o in un grande vassoio, su un canovaccio di cotone.

  7. Salate ogni pomodoro mettendone un bel po’. Ricordatevi che il sale, oltre a facilitare l’essiccazione, serve anche come conservante.

  8. Adesso stendete al sole i pomodori e fateli stare tutta la giornata. Appena arriva il tramonto però metteteli dentro casa per evitare l’umidità della sera, che inevitabilmente comprometterebbe la conservazione del pomodoro.

  9. Continuate così per alcuni giorni: dipende dalla temperatura, dall’umidità e dalla grandezza del pomodoro! Potrebbero servire 4/5 giorni ma anche 7/8/10

  10. Quando saranno belli asciutti, fate l’operazione di bollitura.

  11. Sbollentate i pomodori secchi in acqua bollente per qualche secondo (dopo che l’acqua ha ripreso il bollore), tamponateli con un canovaccio e stendeteli di nuovo sulla tavola, su un canovaccio pulito.

  12. come si fanno i pomodori secchi

    Questa operazione serve per pulire i pomodori che nei vari giorni avranno preso un po’ di polvere.

  13. Stendeteli di nuovo al sole per un’altra mezza giornata o intera (dipende sempre dalla temperatura) e poi metteteli in un contenitore con qualche cucchiaio di olio).

  14. Sono pronti e buoni da mangiare anche così oppure mettendoli in un bel piatto di pasta con i “lassini”  o in un fantastico pesto di Finocchietto.

    La tradizione siciliana vuole che si conservino in “ciappi” o in “capuliatu

  15. Per fare i Ciappi: prendete un pomodoro spaccato già essiccato e inzuppatelo nell’olio e pepe nero, imbottitelo con una foglia di basilico e conservatelo nel vasetto pressandoli molto via via che fate i vari suoli.

  16. come si fanno i pomodori secchi

    Per il Capuliatu: tagliuzzate a pezzetti il pomodoro secco insieme agli aromi preferiti: io metto basilico, peperoncino e un piccolo spicchio di aglio. Mescolate e mettete in vaso sempre ricoperti di olio EVO. Io utilizzo Sinturi!

  17. come si fanno i pomodori secchi

    Se volete potete mettere in congelatore e si conserveranno per più di un anno!

  18. Ecco qui vi ho spiegato come si fanno i pomodori secchi!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Liquore alla Menta e Nepitella fatto in casa Successivo Bruschette al forno con Olio e Aceto balsamico

Lascia un commento