Crispelle di riso catanesi (anche senza lievito)

Le crispelle di riso catanesi, o “zeppole di riso”, sono una delle tante versioni di frittelle (sfinci o sfince in siciliano) che si usano fare in Sicilia, soprattutto a Catania. Inventate dalle monache del Monastero dei Benedettini di Catania nel XVI secolo e per questo chiamate anche anche “crespelle di riso uso benedettini” o “benedettine”, queste deliziose frittelle di riso aromatizzate all’arancia e cosparse di miele rientravano fra i tanti dolci che si preparavano per la Festa di San Giuseppe del 19 marzo. Oggi, grazie alla  loro bontà e semplicità di preparazione, le crispelle di riso sono diffusissime tutto l’anno e pressoché immancabili alla fine di ogni pasto domenicale o festivo. Di solito vengono preparate con il lievito nell’impasto, ma io le ho fatte senza e sono venute ugualmente buonissime e leggere. Vediamo subito cosa ci serve per prepararle.

Buona preparazione, Robertina®

  • Preparazione: 2 ore di lievitazione (facoltativo) + 10 Minuti
  • Cottura: 30 minuti per la cottura del riso e per friggere altri 10 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 20/25 crispelle
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per le crispelle:

  • Latte 600 ml
  • Riso 250 g
  • Farina 00 250 g
  • Sale 2 cucchiaini
  • Zucchero 80 g
  • Arancia 1
  • Limone Mezzo
  • Cannella in polvere 2 cucchiaini
  • Vanillina 1 bustina
  • Lievito di birra secco (Facoltativo) 1 bustina

Per friggere e decorare:

  • Olio di semi q.b.
  • Miele 3/4 cucchiai
  • Succo d'arancia 1
  • Zucchero a velo q.b.
  • Cannella in polvere q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa mettiamo il latte in una pentola e versiamo il riso, aggiungiamo un pezzo di buccia d’arancia, un cucchiaino di sale e un po di cannella. Il riso deve cuocere per circa 20 minuti, finché il latte non si assorbe. Deve scuocersi ma dobbiamo stare attenti a mescolare costantemente affinché il riso non si attacchi sul fondo. Se dovesse attaccarsi non cercate di scrostarlo perché darebbe un gusto di bruciato al composto. Inoltre se assorbe tutto il latte prima di essere cotto aggiungiamo dell’acqua finché non diventa una pappetta ( se è necessario aggiungere del sale)

  2. Una volta che il riso è scotto e avrà raggiunto la consistenza di una pappina, versiamolo in una ciotola. Aggiungiamo la scorza d’arancia  grattuggiata (io aggiungo anche la scorsa grattuggiata di mezzo limone), la cannella a piacere, la vanillina, lo zucchero e mescoliamo bene con un mestolo di legno. Aggiungiamo il lievito sciolto in un po di latte (potete anche ometterlo ) , e infine la farina. Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti. Se abbiamo messo il lievito lasciamo riposare l’impasto coperto da pellicola per due ore. Al contrario se non abbiamo messo il lievito, lasciamo intiepidire per una ventina di minuti senza copertura.

  3. Dopo aver fatto riposare o intiepidire l’impasto metterlo in una spianatoia.

    Mettiamo a scaldare dell’olio di semi o di arachidi sul fuoco in un pentolino.

  4. Adesso diamo la forma alle nostre crispelle, aiutandoci con le mani. Il composto risulterà appiccicoso quindi ci servirà della farina sulle mani per poterlo modellare. Dare la forma della foto.

  5. Non appena il fuoco sarà caldo abbassiamo la fiamma e immergiamo 4/5 crispelle alla volta. Quando saranno dorate mettiamole su della carta assorbente.

  6. In un bicchiere spremiamo il succo di un’arancia e mettiamo dentro tre cucchiai di miele. Mescoliamo il composto , scaldiamolo al microonde e mettiamolo sulle nostre crispelle con abbondante zucchero a velo e cannella.

  7. Le nostre crispelle di riso sono pronte.

    Buon dolce, Robertina®

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Senza categoria
Precedente Muffin allo yogurt e cioccolato fondente! SENZA burro e SENZA uova! Successivo Ciambella al latte caldo! Pronta in 10 minuti, facile, veloce e profumata!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.