Crea sito

Tutorial “Il pangrattato condito alla Siciliana”

Tutorial “Il pangrattato condito alla Siciliana”
Ai tempi dei Borboni, il popolo delle 2 Sicilie, era ridotto in povertà, le massaie, allora,per “allungare” le vivande hanno iniziato ad usare Il pangrattato condito alla siciliana o “muddica atturrata”, come si dice in dialetto siculo. E’ diventato così un condimento indispensabile nella nostra cucina.
Come non ricordare fra questi le braciolettine alla Messinese, sia di carne che di pollo, o di pesce, le polpette la pasta con le sarde, o quella con i broccoli in tegame, la pasta con pesce e “muddica” , le cotolette, le sarde a beccafico e tanti altri dove questo elemento valorizza il piatto.
Questo graditissimo elemento, viene tutt’oggi preparato come secoli fa, con il pane raffermo, e infornato, mente un tempo si usavano le rimanenze del pane, e veniva “caliatu o suli”, cioè lo rendevano croccante mettendolo esposto al sole.
Ecco a voi la ricetta.

Se vuoi vedere tutte le ricette dove si usa il pan grattato condito alla Siciliana clicca qui

Sponsorizzato da RitaAmordicucina

  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gPane raffermo
  • 100 gPecorino romano (grattugiato)
  • 1 spicchiod’aglio (tritato)
  • q.b.Prezzemolo
  • 2 cucchiainiSale
  • Mezzo cucchiainoPepe nero (macinato)

Strumenti

  • Teglia
  • Grattugia
  • Ciotola
  • Coltello
  • Tagliere
  • Carta forno

Preparazione Tutorial “Il pangrattato condito alla Siciliana”

  1. Per prima cosa dovete scegliere del pane che non abbia la crosta troppo spessa, meglio se è all’olio, perchè è più facile grattugiarlo sia a mano che con la grattugia elettrica.

  2. Tagliatelo a fette di circa 1/2 centimetri, e ponetelo su una teglia con la carta forno.

    Accendete il forno a 150° per almeno 15 minuti. Appena il pane si colora come quando fate le bruschette per intenderci, spegnete il forno e lasciatelo raffreddare con lo sportello aperto.

  3. Grattugiate a mano o con la grattugia elettrica.

    La grana del pangrattato non deve essere troppo fina, ma leggermente grossolana.

  4. Iniziate ad aggiungere: il pepe macinato,

  5. un bel ciuffo di prezzemolo tritato finemente,

  6. Il pecorino romano grattugiato, Col passare del tempo questo è stato del tutto o in parte sostituito con il Parmigiano Reggiano o il Grana Padano.

    Io continuo a farlo sempre alla vecchia maniera perchè arricchisce di più il sapore nei piatti.

  7. L’aglio tritato finemente e il sale.

    Mescolate il tutto.

  8. Ed ecco pronto il “Il pangrattato condito alla Siciliana” Elemento indispensabile per la nostra cucina

conservazione

Tutorial “Il pangrattato condito alla Siciliana”, Potete prepararne un bel pò, e conservarlo per 7 giorni in frigo o addirittura 3 mesi in freezer.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.