Come fare la frittura dei calamari alla Messinese

Come fare la frittura dei calamari alla Messinese.
Calamari e totani, il grande dilemma: la frittura. Chi utilizza l’uovo e chi no, chi la farina di riso e chi no. Oggi invece voglio mostrarvi come la facciamo noi a Messina.
Prima di tutto non tolo la pelle, e questo in tutti i tipi di preparazione di questi molluschi.
Di recente anche i grandi chef hanno rivalutato questa nostra usanza, perchè la pelle rilascia un gusto particolare di mare al piatto, e, che cuocendo questa si assottiglia talmente da non dar alcun fastidio al palato.
Altra cosa molto importante è che oi bagniamo gli anelli nell’uovo.
e infine la farina deve essere di semola di grano duro.

Se vuoi vedere altre ricette su totani e calamari clicca qui

Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gcalamari (o totani puliti con la pelle.)
  • 1uovo
  • 300 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • q.b.sale
  • 1 lolio di semi di girasole (o quanto ne contiene la tua friggitrice)

Strumenti

  • Tagliere
  • Coltello
  • 3 Ciotole
  • Carta assorbente
  • Padella o friggitrice
  • Scolapasta

Preparazione: Come fare la frittura dei calamari alla Messinese

  1. calamari

    Per questa ricetta potete utilizzare sia i calamari che i totani, meglio se freschi, ma possono andar bene anche surgelati, perchè essendo senza sangue si conservano bene.

  2. anelli di calamari

    Togliete la testa e conservate i tentacoli, che dovete tagliare a 3 a 3. Fate gli anelli di circa 7 mm.

    Dopo averli lavati fateli scolare in uno scolapasta.

  3. Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese

    Sbattete l’uovo in una ciotola e immergete i totani o calamari.

  4. Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese

    Scolate l’uovo in eccesso e poi passateli nella farina di semola di grano duro.

  5. Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese

    Scrollate anche l’eccesso di farina e continuate cosi per tutti i calamari o totani.

  6. Ora dovete decidete se utilizzare la padella o la friggitrice.

    In entrambe l’olio deve essere di semi meglio se di girasole.

  7. Portate l’olio alla massima temperatura altrimenti la frittura viene molliccia e non croccante, ma allo stesso tempo non deve annerirsi.

  8. Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese

    Immergete i molluschi a medie quantità altrimenti la temperatura dell’olio si abbassa troppo.

  9. A questo punto sia nella padella che nella friggitrice si creerà un turbinio di olio, va bene cosi è tutto apposto.

    Fate cuocere fino a doratura, circa 5 min.

  10. Come fare la frittura dei calamari  alla Messinese

    Raccogliete con la schiumarola e fate asciugare l’olio in eccesso su un foglio di carta assorbente, dove aggiungerete il sale .

  11. Come fare la frittura dei calamari alla Messinese

    Servite immediatamente caldissima ecco Come fare la frittura dei calamari alla Messinese, dorata e saporitissima.

conservazione

Non è consigliabile conservare questo piatto perchè perderebbe la croccantezza.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento