Crea sito

Carciofi alla giudia

I carciofi alla giudia sono un antipasto della cucina tipica romana 🙂
I carciofi alla giudia mi ricordano l’ultima volta che sono stata a Roma dove li ho assaggiati per la prima volta a cena.
Mi sono piaciuti all’istante: la croccantezza delle sue foglie li rendono squisiti al primo assaggio.
Come avrete già notato in casa mia non amano molto i fritti e così anch’io mi sono dovuta adeguare preparando ricette con cottura al forno dove è richiesta la frittura.
I carciofi alla giudia però non potevo modificarli e cuocerli al forno perché sicuramente non sarebbero venuti così croccanti e prelibati com’è la ricetta originale.
Stavolta ho fatto uno strappo alla regola e posso dirvi che sono veramente deliziosi e sono ottimi se usate i carciofi mammola che sono quelli senza spine.
Preparateli anche voi se amate i carciofi come me e non ve ne pentirete 😉
Bastano solo 3 ingredienti: carciofi, sale e olio per friggere.
P.S.: Un’altra ricetta che vi suggerisco di provare è questa: carciofi in pentola.

Carciofi alla giudia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i carciofi alla giudia

  • 4carciofi mammole
  • q.b.sale
  • q.b.olio di semi di arachide

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Pentolino
  • 1 pinza
  • 1 Coltello

Preparazione dei carciofi alla giudia

  1. Pulire i carciofi togliendo le foglie più dure fino a raggiungere quelle che hanno un colore più chiaro. Pulire anche il gambo lasciandolo attaccato al carciofo.

    Una volta pulito immergerlo in acqua con limone spremuto. (Serve per non farlo annerire).

    Procedere allo stesso modo anche con gli altri 3 carciofi.

    Cercare di aprire bene le foglie del carciofo cercando di sbatterlo sul tavolo tenendolo per il gambo senza premere troppo per non rompere le foglie.

    In un pentolino scaldare l’olio di semi in una quantità sufficiente in modo che la testa del carciofo venga immersa tutta.

    Immergere il primo carciofo e aiutandovi con una pinza da cucina premere il carciofo sul fondo prendendolo per il gambo.

    Ci vorranno 6 – 7 minuti circa.

    Rigirare il carciofo sul fianco in modo da cuocere anche il gambo per qualche minuto.

    Scolarlo su una carta da cucina per togliere l’olio in eccesso ed è pronto per essere servito. Aggiungere il sale a piacere.

    Procedere allo stesso modo con gli altri 3 carciofi.

    Servirli subito caldi.

Note:

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità? Vieni a trovarmi sulla mia pagina Facebook e diventa fan. Mi trovi anche su InstagramTwitter e Pinterest

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »