SALMONE MARINATO A SECCO

ll salmone marinato a secco è una ricetta diffusa in tutta la Scandinavia, e in particolare in Svezia, dove viene chiamato gravlax o gravad lax.
Questa tecnica sfrutta la capacità del sale e dello zucchero di estrarre i liquidi dal pesce, disidratandolo, e contemporaneamente il sale penetra nel salmone, portando al suo interno non solo la sapidità e la dolcezza, ma anche il profumo dell’aneto fresco. Lo zucchero non viene utilizzato per rendere dolce il pesce, ma solamente per evitare che diventi troppo salato. Realizzare questo squisito piatto è molto facile, occorre solo un poco di pazienza e 24 ore di attesa (tempo di riposo in frigorifero) per la marinatura. Con il contributo dell’aneto, una straordinaria erba aromatica, avremo nel piatto una pietanza profumatissima, ideale come antipasto o come secondo piatto. Io amo servire il salmone come antipasto accompagnato da panna acida e pan cake salati preparati con parmigiano e erba cipollina, ma è ottimo anche con crostini di pane e burro: c’è solo l’imbarazzo della scelta!! 

salmone marinato a secco
  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgsalmone (filetto)
  • 90 gsale
  • 80 gzucchero
  • 1 mazzettoaneto
Vi suggerisco di leggere anche la ricetta dell’ ORATA AL CARTOCCIO e dei CALAMARI RIPIENI .
Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook cliccate RICOTTA & GRANO e poi mettete MI PIACE per restare sempre aggiornato sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me novità e quant’altro. GRAZIE PER L’ATTENZIONE

Preparazione

  1. SALMONE MARINATO A SECCO

    Per prima cosa controllare che il salmone non abbia spine ed eventualmente rimuoverle con l’aiuto di una pinzetta per pesce

  2. SALMONE MARINATO A SECCO

    Lavate l’aneto e tritatelo finemente. In una ciotola mescolare bene lo zucchero e il sale.

  3. SALMONE MARINATO A SECCO

    Disponete in un contenitore il salmone con la pelle rivolta verso il basso. (*mi raccomando ricordatevi di lasciare la pelle al salmone, perché poi alla fine vi risulterà più semplice tagliarlo a carpaccio!).

  4. SALMONE MARINATO A SECCO

    Coprite il salmone con l’aneto tritato e il composto di sale e di zucchero e massaggiarlo bene con le mani.

    Lasciatelo riposare 15 minuti e poi trasferite in frigorifero. Far marinare il salmone in frigorifero per 24 ore.

  5. SALMONE MARINATO A SECCO

    Trascorso il tempo togliete il salmone dal liquido sciacquate leggermente con acqua fredda e tamponate con carta assorbente da cucina.

  6. salmone marinato a secco

    Tagliate delle fettine molto sottili di salmone in modo da ottenere un carpaccio.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.