Caponata classica sottovuoto

caponata classica

Dopo la caponata di melanzane al forno vi propongo la caponata classica sottovuto da conservare per il prossimo inverno. La differenza tra le due è che la prima ha una cottura in forno quindi risulta più leggera, la seconda è fritta quindi, anche essendo la classica ricetta, risulta più pesante ma ovviamente più gustosa 😉 Nella ricetta originale alle melanzane non va tolta la buccia, io l’ho fatto a mio gusto ma voi la potete lasciare. Questa caponata classica mi è proprio piaciuta, ho detto più volte che non amo particolarmente le melanzane, man mano che la preparavo ne ho fatta fuori una buona parte 🙂 Vi consiglio di farne una bella provvista perchè sarà un contorno per la stagione invernale molto apprezzato! Ma vogliamo andarla a preparare? Dai seguitemi in cucina…………

caponata classica

Caponata classica sottovuoto

 

Ingredienti 

  • 6 melanzane 
  • 6 coste di sedano
  • 1 cipolla grande
  • 200 g olive denocciolate
  • 3 cucchiai capperi sotto sale
  • 200 g passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere aceto di vino bianco
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • sale q.b.
  • olio extraverigne di oliva q.b.
  • olio di semi di arachidi q.b.

Procedimento

  1. Togliere la buccia alle melanzane e tagliarle a cubetti piuttosto grossi
  2. metterle in uno scolapasta e cospargerle di sale
  3. coprirle con un piatto e metterci un peso sopra
  4. lasciarle perdere l’acqua di vegetazione per 2 ore o meglio ancora per tutta la notte
  5. togliere i filamenti al sedano con un pelapatate e tagliarlo a cubetti piuttosto piccoli
  6. pulire ed affettare sottilmente la cipolla
  7. sciacquare e strizzare le melanzane
  8. scaldare l’olio di semi di arachidi e quando è a temperatura friggere le melanzane in più volte
  9. metterle a scolare l’olio in eccesso su carta da cucina
  10. nello stesso olio friggere il sedano e la cipolla separatamente
  11. sciacquare i capperi
  12. tagliare in due le olive denocciolate
  13. mettere in una padella capiente le melanzane, il sedano e la cipolla
  14. far scaldare quindi sfumare con l’aceto di vino bianco
  15. quando è del tutto consumato aggiungere la passata e lo zucchero
  16. far insaporire per qualche minuto
  17. aggiungere i capperi dissalati e le olive mescolare bene
  18. se vi sembra troppo asciutta aggiungere un pochino di olio extravergine di oliva e far cuocere ancora qualche minuto
  19. mettere nei vasetti, sterilizzati nel forno a 150°C per 15 minuti e fatti raffreddare, battendoli sul tavolo in modo da riempire tutti gli spazi
  20. chiudere i vasetti ed avvolgerli in carta di giornale o canovacci
  21. metterli in una pentola capiente e tra gli spazi inserire canovacci in modo che durante la bollitura non si tocchino
  22. riempiere con acqua fino a ricoprire per oltre 5 cm i barattoli
  23. mettere sul fuoco e far bollire 10 minuti
  24. spegnere il fuoco e lasciare raffreddare prima di toglierli

La caponata classica sottovuoto è pronta per essere riposta in dispensa ed essere gustata dopo almeno un mese.

caponata classica

 

Se la ricetta della caponata classica sottovuoto vi è piaciuta e volete essere aggiornati sulle novità del blog, seguitemi anche sulla mia pagina Facebook GolositàSfiziose, basterà un semplice click sul Mi piace 😉
Mi trovate anche su Pinterest su Twitter ed Instagram vi aspetto!

 

Vi potrebbe interessare anche:

melanzane a crudo

 

Melanzane a crudo sott’olio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.