Crea sito

Rinfrescare il lievito madre ,metodo in acqua

Rinfrescare il lievito madre metodo in acqua

Questo e’ il mio lievito madre ,bianco,con le giuste alveolature,puro ,morbido e profumato (ve lo garantisco io se vi fidate!).Qualche settimana fa’ ho fatto il post in cui ne indicavo la ricetta e questo e’ il risultato direi molto soddisfacente anche perche’ l’ho’ utilizzato per fare qualche ricetta e ha funzionato cioe’ ho ottenuto l’impasto lievitato come lo volevo io.La lievitazione per le ricette con il lievito madre e’ piu’ lunga ma il risultato e’ quello di un prodotto migliore che si conserva di piu’ in dispensa.

Il lievito madre e’ come un bimbo,e questo lo avrete gia’ sentito da qualche altra parte,in quanto tale va’ coccolato e curato bene altrimenti fa i capricci.Si puo’ conservare anche due settimane in frigo  e li’ riposa tranquillo,pero’ ogni tanto va’ “rinfrescato” ossia rigenerato per garantire ai microrganismi di continuare a funzionare!Oltre al classico rinfresco per evitare che inacidisca a volte 2gli faccio il bagnetto” cioe’  prima di rinfrescare il lievito madre lo immergo in acqua a temperatura ambiente e li lo lascio per una mezz’ora.Se galleggia capisco che il lio lievito madre sta’ bene,e’ attivo e per de la sua eccessiva acidita’.

Rinfrescare il lievito madre e facilissimo e lo ricordero’ ancora:

Prendere 200g del nostro lievito che avremo fatto riposare in acqua per  un po’,strizzarlo tanto da togliere l’eccesso di acqua.Qui,al tatto vi renderete conto  della sua morbidezza,e avvicinandolo al naso dal suo odore saprete se fin’ora avrete fatto un buon lavoro;sono convintissima del fatto che in cucina ed in particolare con il lievito madre bisogna far lavorare tutti i sensi di cui siamo dotati per riuscire ad avere la giusta tecnica e la giusta esperienza.Allora torniamo al lievito anzi a rinfrescare il lievito madre;200g di lievito dopo il bagnetto,200g di farina e 100g di acqua (io vi do’ delle misure standard per non farvi ritrovare con un kilo di lievito madre;con queste grammature otterrete sempre circa 500g di lievito madre,una misura ideale da conservare).Una volta rinfrescato potrete riporlo in frigo a riposare per un po’ oppure lasciarlo lievitare per utilizzarlo il giorno dopo.Ricordate che se vorrete aumentare la forza del vostro lievito dovete rinfrescarlo spesso cosi’ vi lievitera’ prima e bene!Al prossimo post sul lievito madre!

5 Risposte a “Rinfrescare il lievito madre ,metodo in acqua”

  1. E’ proprio vero che non si finisce mai di imparare! E’ una vita che coltivo il lievito madre, perchè lo uso tantissimo per pane, pizza, fritti, panettone, colomba….lo rinfresco ogni 3-4 giorni, dipende, qualche volta è più acidino, qualche volta meno, ma non gli ho mai fatto il “bagnetto”! Mai saputa questa cosa! Grazie per il consiglio veramente utile! Domani bagnetto!!!!!

  2. io ho appena iniziato quest’avventura praticamente la mia creatura ha due giorni di vita….. ho preso nota del tuo suggerimento…..la tua pasta è perfetta

    1. Ecco la procedura dei rinfreschi
      https://blog.giallozafferano.it/ricettepanedolci/rinfrescare-il-lievito-madre/

      il lievito non puo’ essere conservato a vita in acqua,va’ rinfrescato una volta ogni due giorni anche se lo tieni a riposo in acqua perche’ insieme ai microrganismi buoni se ne formeranno di cattivi che andranno a rendere acido il tuo lievito e poi per riportarlo al profumo iniziale dovresti rinfrescarlo ad intervalli di 6 ore per almeno un paio di giorni.
      Per conservarlo a lungo puoi metterlo all’inteno di un mixer, tritarlo con della farina e lasciarlo asciugare per togliere qualsiasi residuo d’acqua. quando ti servira’ lo re-idraterai e farai dei rinfreschi finche’ non ti accorgi che ha ripreso la sua attivita’!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.