Arancini a volonta’

Fare gli arancini e’ un po’ laborioso,lo devo ammettere;farli buoni e saporiti basta poco:una buona tecnica nell’impanatura,ingredienti di prima qualita’,e un po’ di pazienza!
Io credo di averci messo proprio tutto,di aver rispettato le regole anche perche’ sono spariti in pochi minuti.In effetti sono delle palle di risotto che possono essere fatte in molteplici modi;stavolta ho utilizzato il metod classico,riempirli con un bel ragu’.

Ho utilizzato un riso integrale di primissima qualita’:il riso la Pila qualita’ Vialone Nano integrale,giusto per dare agli arancini un po’ di compattezza e perche’ no renderli piu’ digeribili e leggeri!Altro prodotto importante e’ la passata per il ragu’,io ho scelto quella Mutti.


Per prima cosa ,il giorno prima ho fatto un bel ragu’ di carne e piselli,fatto mettendo a soffriggere in una casseruola un po’ di cipolla ed aglio,messo i piselli e poi 500g di carne macinata(la quantita’ e’ indicativa,se vi avanza un po’ di ragu’,male che vada ci condirete delle tagliatelle).Appena la carne cambia colore e si cuoce irrorare con vino bianco e farlo evaporare.A questo punto entra in scena la passata di pomodoro;io ho utilizzato la Mutti,prima il triplo concentrato,poi la passata.Ho fatto cuocere per un’oretta e mezza e spento il fuoco.

Il giorno dopo ho preparato un bel risotto bianco,dopo aver fatto un brodo vegetale l’ideale per irrorarlo,e la mia tecnica per fare un risotto buono la trovate quicambiando gli ingredienti naturalmente.Di solito al brodo va aggiunto un po’ di zafferano per aromatizzare il riso e colorarlo,ma io non l’avevo in casa e no l’ho utilizzato,comunque consiglierei di metterlo.A questo punto,appena il risotto e’ pronto versarlo in una teglia per farlo raffreddare.Appena e’ divenuto freddo,porzionarlo in quadrati,con una spatola,e inserire al centro un po’ di ragu’.

E adesso si passa all‘impanatura che deve essere croccante e asciutta.Io la faccio piu’tosto bene,la mia ricetta ben spiegata la trovate qui!Si possono preparare anche un po’ prima,e poi riscaldarli in forno prima di servirli ,magari per accompagnare un buon aperetivo oppure come antipasto o in un buffet!

Precedente Chili piccantissimo con fagioli neri! Successivo Gnocchi di patate appetitosi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.