Longevità? Una dieta frugale è il segreto. Ecco tutto quello che devi sapere

Lo sapevi che mangiare il 70% di vegetali aiuta a vivere più a lungo (longevità)? 

Una dieta frugale e mediterranea, secondo gli esperti dell’Aigo (Associazione italiana grastroenterologi ed endoscopisti ospedalieri), sarebbe il segreto per avanzare molto con gli anni e sempre in salute. La dieta della longevità comprende il 70% di verdura, e il 30% di proteine circa, condite con molto olio extravergine d’oliva. Anche uno spuntino di frutta secca e olive sono ben accetti in questa dieta. Inoltre è importante fermarsi di mangiare una volta arrivati a sazietà.

L’Aigo ha spiegato chiaramente il segreto della longevità e della salute del nostro organismo, riassumendolo in queste parole:

“Che cosa si mangia è molto importante, ma altrettanto importante è quanto si mangia: uno dei segreti di lunga vita è sintetizzato dal detto giapponese ‘Hara hachi bu’, cioè la raccomandazione di alzarsi da tavola quando si è sazi solo all’80% – sottolinea Gioacchino Leandro, presidente Aigo – Infatti, tutti gli studi sulle popolazioni dove si concentra il maggior numero di centenari mostrano che questi ultimi hanno in comune una restrizione delle calorie assunte, tra le 1.200 e le 1.500 al giorno. E la suddivisione dei macronutrienti è molto simile a quella della nostra dieta mediterranea: 55% di carboidrati, 35% di grassi e 10% di proteine”.

Longevità grazie ad una dieta poco calorica ma bilanciata

Il consumo dei vegatali è quindi il punto cardine di questa ideologia, che significa anche prediligere grassi vegetali (olive, noci, mandorle e frutta a guscio). Pane e farine integrali sono ben accette e come fonti di proteine i legumi, le uova, i formaggi e anche un po’ di pesce, ma senza esagerare.

Un pasto se vogliamo, quasi frugale, caratterizzato da poche calorie, seppur molto bene bilanciate.

Gli esperti di Aigo hanno dichiarato:

“questi benefici potrebbero essere spiegabili perché gran parte dei meccanismi biochimici legati alla restrizione calorica coinvolgono alcune proteine (sirtuine) che proteggono l’organismo dallo stress ambientale, migliorano l’invecchiamento, prevengono i tumori, contrastano la sindrome metabolica, riducono il tessuto adiposo e prevengono le malattie neurodegenerative, come ad esempio il morbo di Alzheimer”.

Dunque se il vostro obiettivo è la longevità, vi consigliamo di stare attenti a questi parametri, poiché investire sin da giovani nella propria saluta, porterà incredibili benefici anche in vecchiaia. La longevità è un tema molto serio e non andrebbe sottovalutata, quanto sarebbe bello raggiungere facilmente i 100 anni? Per alcuni individui sarebbe un sogno, per altri una scocciatura! E tu da che parte stai?

loading...
Precedente Cialde di formaggio light: solo 5 minuti e sono pronte Successivo 20 Panini Fit veloci da fare: i migliori ingredienti light