Tutti i benefici del caffè: perchè dovresti berlo?

In Italia il caffè non è solo una bevanda ma è anche arte! Molti però non conoscono i benefici del caffè, e quindi lo escludono a priori per prevenire problemi di salute. Bene, dovete sapere che tutte le leggende riferite al caffè e sulle problematiche che porta non sarebbero reale, laddove non se ne abusi. In media è consigliabile berne fino a 3 tazzine al giorno. Fino a questo punto i benefici del caffè permangono, altrimenti superando questa soglia si può arrivare a a spiacevoli controindicazioni. 

Come normale che sia, è bene non esagerare con qualsiasi alimento (anzi, forse con la frutta e la verdura si può anche esagerare). Ma veniamo al dunque. Moltissimi atleti usano il caffè come pre-workout ed è risaputo che la caffeina dia parecchia energia al corpo, ma ci sono parecchi altri benefici davvero interessanti che ha rivelato la scienza moderna. Scopriamoli subito.

I benefici del caffè

Allora, il caffè può essere considerato un vero e proprio alleato di benessere, a partire dal fatto che rappresenta la più grande fonte di antiossidanti nella dieta occidentale.

I bevitori di caffè ricaverebbero più antiossidanti da questa bevanda che non dall’insieme di frutta e verdura consumate giornalmente, un dato da tenere in considerazione se sei uno sportivo. 

Pensate a quanta frutta e verdura conoscete che contiene antiossidanti, molecole che proteggono l’organismo dai danni ossidativi e da molte patologie, e ora sapete il caffè ne contiene molti di più rispetto ai soliti alimenti sani, pazzesco non trovate?

Poi, sappiate che migliora i livelli di energia e stimola alcune funzioni cerebrali e questo l’avevamo appena accennato poco fa, ma ribadiamolo e approfondiamolo.

benefici del caffè 2

Come già anticipato, il principale attore in questo caso è la caffeina, ovvero la sostanza psicoattiva più conosciuta al mondo. Il caffè può aiutare a sentirsi meno stanchi e ad aumentare così i livelli di energia. In questo caso è bene osservare che più sarete abituati all’assunzione di caffè e meno sentirete gli effetti energetici, o almeno avrete più bisogno di caffè per sentirli. Tutto questo perché il corpo si abitua alle nostre abitudini, quindi se invece ne bevete poco, sporadicamente, otterrete degli immediati benefici energetici.

Inoltre essendo in grado di bloccare l’azione di un neurotrasmettitore dall’azione inibitoria chiamato adenosina, la caffeina favorisce l’azione di altri neurotrasmettitori (la noradrenalina e la dopamina) dall’effetto energizzante. (Questa era la parte per i più tecnici).

Molti studi scientifici hanno dimostrato anche che il cadde sia in grado di stimolare alcune funzioni cerebrali tra cui la memoria, l’umore, l’attenzione, i tempi di reazione e le funzioni cognitive generali.

Un altro fattore interessante da considerare è che il caffè contribuisce ad aumentare il metabolismo e a bruciare i grassi.

Sapevi che la caffeina si trova in quasi tutti i prodotti dimagranti e brucia-grassi? Ebbene, da oggi sai il motivo. La caffeina è in grado di aumentare il tasso metabolico del 3-11%, effetti che potrebbero però risultare minori in coloro che bevono caffè da lungo tempo, come descritto prima.

Davvero interessante notare come il caffè, essendo in grado di stimolare il sistema nervoso, può inoltre indurre l’invio di segnali alle cellule adipose affinché brucino le riserve di grasso.

Ma non vogliamo parlare delle sostanze nutritive presenti in pochi grammi da caffè? Questa bevanda infatti contiene innumerevoli sostanze nutritive. Basti pensare che una singola tazzina di caffè contiene:

– vitamina B2, essenziale nei processi metabolici e per mantenere in buona salute il tessuto nervoso, la pelle e gli occhi.

– vitamina B3, essenziale nel funzionamento del sistema nervoso.

– vitamina B5 e manganese, elementi fondamentali nella trasformazione degli alimenti in energia.

  • Potassio e magnesio, minerali importantissimi per alcune funzionalità dell’organismo, come la produzione di energia, la trasmissione degli impulsi nervosi e l’efficienza del sistema cardiocircolatorio.

In più se siete individui a rischio colesterolo, ecco tra i benefici del caffè cosa possiamo trovare: Abbassa il rischio di diabete di tipo II.

Il diabete di tipo 2 è infatti la forma di diabete più diffusa al mondo (attualmente affligge circa 300 milioni di persone).

Il colesterolo di tipo 2 prevede che ci sia una forte concentrazione di zucchero nel sangue.

In questo caso per regolare il funzionamento dell’insulina, ovvero di un ormone prodotto dal pancreas che disciplina l’ingresso del glucosio all’interno delle cellule, potremmo avvalerci di qualche tazzina di caffè al giorno. Quindi potremmo in maniera del tutto semplice e controllata risolvere anche questo piccolo/grande problema.

I bevitori di caffè incorrono in un rischio significativamente minore di sviluppare il diabete di tipo 2, e ciò a dirlo è la scienza.

Come ultima cosa i benefici del caffè comprendono la prevenzione di Alzheimer e Parkinson, le due malattie neurodegenerative più diffuse al mondo. In entrambi i casi non esiste una cura risolutiva, pertanto la prevenzione attraverso la cura dello stile di vita rappresenta certamente uno degli strumenti più efficaci ed importanti.

Il caffè in questione contribuirebbe a ridurre fino al 65% il rischio di insorgenza dell’Alzheimer, e tra il 32% ed il 60% il rischio di morbo di Parkinson.

Insomma, una bevanda molto meno pericolosa di quello che descrivono molti. VI consigliamo comunque di non esagerare, ma di godervi il vostro caffè quotidiano da 1 a 3-4 volte massimo. 

loading...
Precedente 5 Panini Fit che puoi fare in 5 minuti 🥪 Successivo Pan di Spagna: ecco come si prepara. + Gusto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.