Ciambella Paradiso

Mi ricordo di mia madre che faceva per i miei fratelli più piccoli la torta paradiso che aveva una leggerezza particolare. Mi sembra di aver trovato molta somiglianza con la ricetta della torta paradiso di Lorenza,  forse la differenza era che mamma la faceva con il burro e non con l’olio. Ho provato a fare una ciambella è quando l’ho assaggiata mi sono passati davanti quei anni di gioventù.

  • Ingredienti
  • 300 gr. di zucchero
  • 150gr. di farina
  • 150 gr. di fecola di patate
  • 4 uova
  • 7 cucchiai di latte
  • 7 cucchiai di olio di semi
  • la buccia grattuggiata di un limone
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito

Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente e un po’ alla volta aggiungete 200gr. di zucchero e la buccia di limone. Montate il tutto almeno  una quindicina di minuti.

Mescolare la farina con la fecola, il lievito e la vanillina e uniteli piano piano al composto sempre con le fruste, alternando con  latte e olio.

Unire agli albumi un pizzico di sale e il rimanente zucchero e montateli a neve ben ferma. Uniteli al composto mescolando delicatamente da l’alto verso il basso, incorporando perfettamente. Versare in una teglia imburrata e infarinata, e infornare per 40 minuti a 175°. fate comunque la prova stecchino.

Dopo aver riempito lo stampo, essendomi avanzato dell’impasto ho riempito delle formine più piccole, che ho utilizzato per portare alla mia pronipote di un anno, farcendole con la marmellata, causa la temperatura molto alta della giornata. Sono state molto gradite dalla piccola Veronica.

Precedente Cheese- cake a 4 mani Successivo Come fare un formaggio leggero

20 commenti su “Ciambella Paradiso

  1. Complimenti carissima! Il tuo blog è davvero bello ed interessante!
    L’amore x la cucina si legge in tutto quello che fai! Continua così,1 bacio! ^_^

  2. Che bella! si vede tutta la morbidezza e il soffice che c’è! bravissima come sempre..ma dove la trovi l’energia?? buona giornata 🙂

  3. @ Grazie Alu, mi fa piacere la tua visita, faccio le cose molto semplici, ma ci metto veramente il cuore…
    @Tina pensa che rimane soffice per più di una settimana.
    @Giulia hai ragione, è molto difficile trovare l’energia neccessaria sopratutto alla mia età, ma è diventato il mio più grande hobby e lo faccio con piacere
    @ Si cinzia veramente soffice e deliziosa.

  4. Ciao cara! nn ho mai fatto la torta paradiso! ma so ke è sofficissima! p.s. ho fatto la torta soffice ho messo il tuo nome mi sn dimenticata di linkarti! lo faccio subito mi sn ricordata ora! va beh! cmq io ne feci una simil cn le amarene.. me n’ero dimenticata! buonissima!
    ti ho risposto x la sacher.. cmq la farina di riso è di per se leggera solo ke resta più compatta nn essendoci la maglia glutinica.. con la fecola la renderesti più soffice, “meno pesante” come dici tu.. cmq mangiata fredda è davvero buonissima! c’è poco zucchero e cioccolato fondente.. regolati secondo il tuo gusto.. 🙂 ciaooo

  5. è stupenda!!!! le fette sembrano aspettare di essere spalmate di cioccolata o marmellata…gnam gnam….anche le formine piccole sono deliziose immagino che la tua pronipotina si sia tuffata tra le formine!!!! io le avrei dato volentieri una mano 😀
    un bacione mu@

  6. Rosy sei una simpaticona,ti ringrazio. Si sono tuffati anche i genitori tra le formine…
    Altrettanto!!!!

  7. Che bella questa ciambella paradiso, e soprattutto che buona! si nota già a distanza che è molto soffice! Deliziosi e carinissime anche le formine, complimenti!

  8. che soffice deve essere questa ciambella, e che bella idea quelle monoporzioni! la tua piccola pronipote sarà stata felicissima 🙂

  9. Lauraaaa..sono arrivata tardi vero??? Neanche l’odore ci sarà rimasto di questa meravigliosa ciambella!!! Uffa la prossima volta parto prima…….Ciao cara Laura a presto..

  10. Cara Silvana, quella non c’è più ma sto studiando un’altra….quando è pronta ti mando un messaggio!
    ciao

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.