Crea sito

La frutta di stagione – Settembre – Guida all’acquisto

Eccoci qui, è di nuovo settembre, mettiamoci il cuore in pace, dovremo aspettare almeno altri 6 mesi per sentire il profumo d’estate. Possiamo però continuare a passare le nostre giornate ai fornelli!

Parleremo della frutta che troveremo sulle bancarelle al mercato, vedremo la comparsa di fichi utili per contrastare la stanchezza insieme alle mele e alle pere e infine l’uva che ci ricorda che settembre è il mese della vendemmia.

Siete pronti a conoscere i segreti, le proprietà, la provenienza di ogni singolo frutto?

Albicocca:

  • Curiosità: il seme che troviamo al suo interno contiene amygdalin, una sostanza che in dosi elevate è tossica perché contenente cianuro. In piccole quantità è utilizzata per preparare amaretti e liquori.
  • Provenienza: quelle in vendita durante l’autunno e l’inverno sono importate dal Cile e dalla Nuova Zelanda.
  • Proprietà: è un frutto molto digeribile, se maturo contiene sali minerali, vitamine del gruppo B e C, beta-carotene (un antiossidante utile alla vista e per rigenerare i tessuti).

Barbabietola:

  • Curiosità: è una pianta erbacea biennale con fusti che arrivano a 1-2 metri di altezza. Viene coltivata per produrre zucchero.
  • Proprietà: assorbe le tossine, depura, mineralizza, ricostituisce, è antisettica, favorisce la digestione, cura le anemia, stimola il sistema linfatico.
  • Cucina: Barbabietole in agrodolce, ravioli con le barbabietole, e tante altre ricette gustose.

Fico:

  • Curiosità: vi sono oltre 150 varietà di fichi diversi per dolce, succo e colore di buccia.
  • Proprietà: lassativo, grazie alle fibre che contiene; digestivo, grazie agli enzimi e alle numerose vitamine; nutritivo, ricco di potassio, ferro e calcio, aiuta la vista e protegge la pelle; antinfiammatorio, utilizzato come impacco sugli ascessi e i gonfiori, cura infiammazioni urinarie, stati febbrili, gastriti e coliti.
  • Cucina: in accompagnamento a carne o pesce. Buono con il pollo. Lo troviamo in mostarda, o i famosi fichi al cioccolato!

Kiwi:

  • Provenienza: frutto originario della Cina.
  • Proprietà: ricco di vitamine (soprattutto la C) e sali minerali, ottimo per le donne poiché contiene acido folico, ha potere antiossidante, contiene poche calorie ed è ricco di fibre.
  • Cucina: utilizzati per preparare antipasti (insalata di granchio e kiwi), ma anche secondi con abbinamenti interessanti con calamari. Ottimi in macedonie.

Lampone:

  • Curiosità: la pianta si presenta come un arbusto spinoso. Le sue foglie son una valida difesa per il nostro organismo: in infuso son utili per combattere diarrea e, mediante gargarismi, per calmare il bruciore della gola.
  • Proprietà: ha un basso apporto calorico, ricco di vitamina C. Ha proprietà diuretiche e depurative grazie al basso contenuto di zuccheri.
  • Cucina: torte, macedonie, marmellate.

Mela:

  • Provenienza: di origine asiatica.
  • Commercio: le troviamo tutto l’anno.
  • Proprietà: ha un basso apporto calorico, limita l’assorbimento dei grassi “cattivi”, contiene fibre, vitamine, acido folico, zuccheri (fruttosio, saccarosio e glucosio) e sali minerali. Utile per curare diarrea, febbre, artrite e artrosi, anemie, calcoli urinari, gastrite, influenza.
  • Cucina: troviamo la classica torta di mele, lo strudel, la troviamo caramellata, in macedonie e nelle marmellate.

Mora:

  • Curiosità: la pianta è il rovo che presenta molte spine anche sotto alle foglie.
  • Proprietà: purificanti e tonificanti, non esagerare con il consumo di marmellata in quanto contiene parecchio zucchero.
  • Cucina: in dolci e marmellate. Con le foglie e i frutti del rovo si possono preparare decotti ed infusi con proprietà ipoglicemizzanti.

Pera:

  • Curiosità: per accelerare la maturazione si può metterla in un sacchetto di carta marrone e lasciarla a temperatura ambiente, in 2-5 giorni saranno pronte ad essere mangiate.
  • Proprietà: ha poche calorie, normalizza l’attività dell’intestino, ricca di zuccheri semplici, minerali e vitamine, aiuta ad aumentare le difese immunitarie.
  • Cucina: macedonie, crostate, torte (pere e cioccolato), ottima con i formaggi soprattutto Gorgonzola, pecorino e parmigiano.

Pesca:

  • Curiosità: nel seme c’è una sostanza velenosa, la amigdalina.
  • Proprietà: contiene fibre, vitamine, è antiossidante, favorisce la diuresi.
  • Cucina: macedonie, in abbinamento con il pesce, in gelati, sorbetti, salse, come decorazione in torte come per esempio la mia torta alle pesche.

Prugna:

  • Curiosità: MAI aprire il nocciolo delle prugne perché a contatto con l’umidità dell’aria libera acido cianidrico dannoso per la salute.
  • Proprietà: è stimolante nervoso e diuretico, decongestiona il fegato. Essiccata è ottima per chi soffre di stitichezza. In infusi lenisce gengiviti, stomatite e mal di gola.
  • Cucina: in abbinamento a paste ripiene, come farcitura di dolci, in marmellate.

Uva:

  • Curiosità: una volta raccolta non matura più e non diventa più dolce. Quando la compriamo attenzione che gli acini presentino lo strato di “polverina” sinonimo di freschezza.
  • Provenienza: l’Italia è il primo produttore al mondo di uva da tavola.
  • Proprietà: ha un apporto calorico notevole e un indice di sazietà basso, contiene polifenoli.
  • Cucina: in antipasti e primi, torte, biscotti, macedonie.

Conclusioni:

Abbiamo quindi passato in rassegna ogni prodotto che sarà presente sulla bancarella del fruttivendolo nel mese di settembre. Spero di esservi stata utile e soprattutto di avervi ispirato una nuova ricetta!

A presto!