Crea sito

Frutta di stagione – Novembre – Guida all’acquisto

Eccoci di nuovo all’appuntamento con la rubrica “Frutta di stagione”, ai miei consigli per acquistarla e alle curiosità che anche per questo mese non mancano!

Lo sapete che l’acidità del kiwi è dovuta alla presenza della vitamina C, che il mandarino possiede un indice di sazietà basso, che le mele fresche son disponibili solo fino a gennaio e che la papaia ha proprietà dimagranti e anticellulite? Scopriamolo insieme!

Ananas:

  • Curiosità: la troviamo sul mercato tutto l’anno in quanto la sua maturazione è controllata dall’uomo attraverso delle sostanze, infatti i frutti son colti piuttosto acerbi e in commercio troviamo centinaia di varietà.
  • Proprietà: contiene molta bromelina utile alla digestione delle proteine, inoltre possiede la capacità di potenziare gli antibiotici e i farmaci.
  • Cucina: Soprattutto nei dolci.

Arancia:

  • Curiosità: compriamo solo arance pesanti, lucide e con la scorza sottile e tesa, aderente alla polpa, in questo modo avremo la sicurezza di trovarla dolce e succosa.
  • Proprietà: possiede qualità curative contro anemia, infezioni, febbre, emicrania, carenza di vitamina C, nervosismo, insonnia, difficoltà di digestione, dermatosi. Fornisce 34 cal per 100 grammi di prodotto e per l’87% è formata d’acqua contenente vari minerali come calcio, ferro, fosforo e vitamine tra le quali la C, la A, la B1 e la B2.
  • Cucina: la troviamo in abbinamento con risotti, in marmellate, mostarde, nei dolci.

Avocado:

  • Curiosità: per scegliere l’avocado più buono, esercitiamo una lieve pressione con il pollice sulla superficie del frutto; se è duro è ancora acerbo; se la buccia cede senza lasciare alcun solco, è pronto per essere mangiato; se la buccia lascia un solco, il frutto è pronto per essere mangiato a fette. Evitiamo di acquistare frutti ammaccati o con abrasioni.
  • Proprietà: è un frutto ad alto contenuto di grassi, ma un’ottima fonte di potassio e antiossidanti.
  • Cucina: usato per insalate o antipasti, sul pane, unito al pesce, in abbinamento con formaggi e nelle salse, come la famosa guacamole di origine messicana.

Banana:

  • Curiosità: il sapore della banana è influenzato dalla temperatura a cui matura e dal grado di maturazione. Il livello di maturazione lo si capisce dal colore della buccia: se verde è acerba, se giallo scuro con chiazze son mature.
  • Proprietà: è costituita per il 75% da acqua, per il 23% di carboidrati e 0,3 % di grassi con valori che poco oscillano in funzione del grado di maturazione. Fornisce molte vitamine tra cui la pro-vitamina A, la B1, la B2, la PP e la C. Possiede calcio, potassio, fosforo, rame e ferro.
  • Cucina: Macedonie, carne, cocktails, banana bread, banana split.

Castagne:

  • Curiosità: l’albero delle castagne è più longevo dell’ulivo. Le castagne più piccole vengono bollite, mentre quelle più grandi arrostite.
  • Proprietà: hanno qualità curative contro bronchiti e infiammazioni di gola se decotte e in infuso.
  • Cucina: troviamo i marroni confettati, le torte di castagne, polente dolci, il castagnaccio o semplicemente le famigerate caldarroste, simbolo della stagione autunnale.

Kiwi:

  • Curiosità: l’acidità è dovuta alla presenza di vitamina C, inoltre è un frutto antiossidante.
  • Proprietà: ricco di vitamine (soprattutto la C) e sali minerali, ottimo per le donne poiché contiene acido folico, ha potere antiossidante, contiene poche calorie ed è ricco di fibre.
  • Cucina: utilizzati per preparare antipasti (insalata di granchio e kiwi), ma anche secondi con abbinamenti interessanti con calamari. Ottimi in macedonie.

Mandarini:

  • Curiosità: all’acquisto deve avere una buccia uniforme senza macchie. Spesso viene confuso con la clementina, un frutto nato dall’incrocio fra il mandarino e l’arancio amaro.
  • Proprietà: fornisce circa 75 kcal per 100 g di prodotto, ha un indice di sazietà basso ed è facile eccederne il consumo. È ricco di vitamina C anche se inferiore rispetto alle arance.
  • Cucina: soprattutto gelati, nelle granite, nei succhi o nei cocktails. Famoso è il liquore siciliano “Mannarinu di Sicilia”.

Melagrana:

  • Curiosità: al momento dell’acquisto far attenzione che la buccia non presenti lesioni e che abbia un colore rosso con sfumature gialline, sinonimo di un frutto maturo. questo frutto matura solo quando ancora sulla pianta.
  • Benefici: possiede 68 kcal per 100 g di prodotto, ricca di vitamina A e B.
  • Cucina: se la buccia è integra possiamo conservarla in frigo per circa 10 giorni. La troviamo in succhi per la preparazione di gelatine.

Mele:

  • Curiosità: secondo gli studiosi è un frutto molto antico risalente al Neolitico, lo troviamo tutto l’anno. In realtà le mele fresche sono disponibili sono fino a gennaio, poi entrano in commercio quelle conservate in atmosfera modificata. Importante è il marchio di produzione.
  • Proprietà: ha un basso apporto calorico (48 kcal per 100 g di prodotto), limita l’assorbimento dei grassi “cattivi”, contiene fibre, vitamine, acido folico, zuccheri (fruttosio, saccarosio e glucosio) e sali minerali. Utile per curare diarrea, febbre, artrite e artrosi, anemie, calcoli urinari, gastrite, influenza.
  • Cucina: troviamo la classica torta di mele, lo strudel, la troviamo caramellata, in macedonie e nelle marmellate.

Noci:

  • Curiosità: sono ricche di sostanze benefiche per il nostro organismo,  sono fonte di acido alfa-linoleico in grado di diminuire il colesterolo cattivo, hanno proprietà digestive.
  • Benefici: sono un ottimo rimedio per anemia e stanchezza, digestione difficile, infiammazioni degli occhi.
  • Cucina: in paste, risotti, in accompagnamento a secondi, in dolci… avete mai assaggiato il gelato alle noci?

Papaia:

  • Curiosità: un decotto di papaia ha proprietà dimagranti e anticellulite. All’acquisto deve avere buccia gialla e leggermente morbida al tocco.
  • Benefici: è ricca di vitamina A e E, aiutando la pelle a rimanere giovane; inoltre fornisce 39 kcal su 100 g di prodotto.
  • Cucina: in bevande, marmellate, nelle torte.

Pere:

  • Curiosità: per accelerare la maturazione si può metterla in un sacchetto di carta marrone e lasciarla a temperatura ambiente, in 2-5 giorni saranno pronte ad essere mangiate.
  • Benefici: ha poche calorie, normalizza l’attività dell’intestino, ricca di zuccheri semplici, minerali e vitamine, aiuta ad aumentare le difese immunitarie.
  • Cucina: macedonie, crostate, torte (pere e cioccolato), ottima con i formaggi soprattutto Gorgonzola, pecorino e parmigiano.

Pompelmo:

  • Curiosità: è un frutto ibrido nato dall’arancio e dal pomelo, troviamo in commercio diverse varietà, la più conosciuta è quella rosa.
  • Benefici: al suo interno c’è la bergamottina, potentissimo inibitore per alcuni enzimi presenti nel fegato che provocano anche nei medicinali effetti limitati in caso di assunzione contemporanea.
  • Cucina: principalmente lo troviamo nella preparazione di bevande o cocktails.

Uva:

  • Curiosità: una volta raccolta non matura più e non diventa più dolce. Quando la compriamo attenzione che gli acini presentino lo strato di “polverina” sinonimo di freschezza.
  • Proprietà: ha un apporto calorico notevole e un indice di sazietà basso, contiene polifenoli.
  • Cucina: in antipasti e primi, torte, biscotti, macedonie.

Conclusioni:

Ormai l’inverno è vicino, le temperature si abbassano e le arance iniziano a comparire. Spero di esservi stata utile con i miei consigli e … Alla prossima!