Il grano cotto, o grano dei morti, è una ricetta tipica della città di Foggia che si realizza in occasione della giornata del 2 novembre. Questo viene infatti realizzato per omaggiare le anime dei defunti: il vino e il grano simboleggiano la rinascita, il melograno la fertilità e la noce è simbolo di vita e morte.

Il mio fidanzato è foggiano e mi ha sempre parlato appassionatamente di questa ricetta, a cui sono legati i ricordi da bambino a casa di sua nonna, che era solita realizzare questo piatto tipico della sua terra. Qualche giorno fa è riuscito a procurarsi del vino cotto pugliese, ingrediente fondamentale per la buona riuscita di questo dolce, e così dopo anni di bramosie di amore, l’ho realizzato. Il grano cotto è facile da realizzare e crea dipendenza: una cucchiaiata tira l’altra! Una ricetta tradizionale a cui sono legati i sapori e i ricordi di una terra che ha tanto da offrire.

Grano cotto "grano dei morti"

Grano cotto “grano dei morti”

Ingredienti

200 g grano tenero
1 melograno maturo
10 noci
80 g cioccolato fondente
100 ml vino cotto

Cuocere il grano (già ammollato) in abbondante acqua bollente salata. Una volta pronto farlo raffreddare e poi scolarlo.

Lavare e pulire il melograno, sgranarlo per ricavare i chicchi. Tagliare grossolanamente le noci e il cioccolato fondente.

In una capiente ciotola, mettere il grano ed unire i chicchi di melograno, le noci e il cioccolato. Versare il vino cotto, amalgamare gli ingredienti e servire. Il vino cotto va aggiunto solo nel momento di servire, altrimenti potrebbe indurire il composto. Buon appetito!

Nota: a piacere si può aggiungere dello zucchero, della cannella e del cedro a pezzetti.

Grano cotto "grano dei morti"

Seguimi anche su Facebook per scoprire le nuove ricette. E per vedere le video ricette iscriviti al canale YouTube!

Per ricevere gratis ogni settimana le nuove ricette sulla tua email, iscriviti alla Newsletter.

4 Commenti su Grano cotto “grano dei morti” – Ricetta pugliese

  1. Per la buona riuscita di questa ricetta bisogna utilizzare chicchi di grano messi in ammollo durante la notte e poi bolliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.