Crea sito

Baci di Dama con mandorle

Se per baciarti dovessi poi andare all’inferno, lo farei. Così potrò poi vantarmi con i diavoli di aver visto il paradiso senza mai entrarci.

(W.Shakespeare)

Ingredienti per circa 20 baci:

100 gr di fecola di patate

100 di farina per dolci o di riso

100 gr di farina di mandorle

125 gr di burro morbido

1 uovo

100 gr di zucchero di canna

1 bustina di vanillina

2 gocce di aroma alla mandorla

Nutella qb (io https://www.nutella.com/it/it/)

Preparazione:

Tirare fuori dal frigorifero il burro almeno mezz’ora prima di utilizzarlo in modo che diventi morbido.

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer, compreso il burro ammorbidito e lasciar girare fino ad ottenere una pasta che si stacchi dai bordi (ci vorrà più o meno 1 minuto, non di più per evitare che la pasta si scaldi con le lame).

Lasciar raffreddare la pasta ottenuta, avvolta dalla pellicola trasparente, in frigorifero per circa un’ora in modo da farla indurire, poterla lavorare ed evitare che i baci si schiaccino durante la cottura in forno.

Trascorso il tempo di riposo in frigorifero, riprendere la pasta, accendere il forno a 170° e iniziare a formare i baci prelevando pezzetti di pasta e arrotolandoli con le mani tipo a formare delle piccole polpette (per essere sicuri che vengano tutti uguali, si possono pesare- io le ho fatte di 14 gr l’una più o meno- ma si può andare anche ad occhio ;-)).

Infornare i baci in forno già caldo a 170° per circa 20’/25′ o, almeno, finché sono leggermente dorati (ma non troppo altrimenti diventano asciutti). Durante la cottura i baci si schiacceranno leggermente assumendo la caratteristica forma (lo faranno spontaneamente, non occorre fare nulla).

Dopo averli cotti, toglierli immediatamente dal forno e lasciarli raffreddare completamente.

Quando si saranno raffreddati si può procedere con l’accoppiamento. Io ho usato la Nutella (https://www.nutella.com/it/it/) ma si può usare anche del cioccolato fondente precedentemente fuso a bagnomaria.

A questo punto i baci di dama sono pronti da assaggiare (ma sono più buoni il giorno dopo quando tutti gli aromi si saranno amalgamati)

[contact-form-7 id=”1445″ title=”Modulo di contatto 1″]

Please follow and like us:

Pubblicato da Le ricette di Aledegi

Amante di dolci da cucinare e da mangiare fin da piccola, creo e elaboro ricette dolci ma non solo da mangiare....anche, e prima, con gli occhi

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
YouTube
Pinterest
Instagram