Spaghetti alla carbonara

Di sicuro non sono un piatto tipicamente estivo ma gli Spaghetti alla carbonara sono irresistibili. Nei giorni in cui le temperature si abbassano e si ha voglia di gratificare il palato non c’è niente di più adatto. Oltre che essere un primo piatto veloce, sono anche molto nutrienti e fungono da piatto unico. Ho apportato piccole modifiche alla ricetta originale che non prevede la panna, perché non amo particolarmente l’uovo poco cotto e per renderla cremosa è un ottimo rimedio. Inoltre ho aggiunto la cipolla o lo scalogno ottenendo un primo piatto dal gusto unico e inimitabile.

DSCN3786logo

 

Categoria: primi

Tempo di preparazione: 5/6 min.

Tempo di cottura: 10 min. per il condimento 8/10 min. per la pasta

Difficoltà: facile

Costo: basso

 

Occorrente per 4 persone:

  • 320 g di spaghetti o bucatini
  • 2 uova
  • formaggio grattugiato q.b. (di solito pecorino)
  • 150 di guanciale
  • 4 cucchiai di panna da cucina
  • 1/4 di cipolla o scalogno
  • sale q.b.
  • olio EVO q.b.
  • pepe nero in polvere

Preparazione:

Mettete in una padella la cipolla (o lo scalogno) tritata con dell’olio e fatela appassire. Poi aggiungete il guanciale  tagliato  a cubetti e lasciate rosolare per qualche minuto.

Intanto portate ad ebollizione l’acqua per la pasta, salate e gettate gli spaghetti. Intanto sbattete con una forchetta le uova in un recipiente, aggiungete la panna e il formaggio.

Scolate gli spaghetti al dente (tenete da parte un po’ di acqua di cottura), versarteli nella padella insieme al guanciale e unite la crema ottenuta, amalgamate  a fiamma bassissima per pochi secondi.

Se la crema dovesse rapprendersi molto aggiungete un po’ di acqua di cottura.

Spolverizzate con del pepe nero in polvere (io non lo metto perché alle mie piccoline non piace ed io inizio a starnutire!!). Quindi impiattate e servite gli spaghetti alla carbonara.

La ricetta originale prevede che l’uovo venga aggiunto a fiamma spenta e amalgamato con il solo calore degli spaghetti, ottenendo l’effetto di una crema. Io come ho specificato all’inizio, non amo l’uovo poco cotto, per questo motivo utilizzo questa tecnica e quindi metto la panna e amalgamo l’uovo a fiamma bassa. Se la crema si rapprende aggiungo poca acqua di cottura, ottenendo comunque degli spaghetti cremosi e saporiti.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook per non perdere nessuna novità!! Clicca “Mi Piace” nella Fan box qui sotto e sarai sempre aggiornato:

 

Precedente Mini mousse panna e mascarpone Successivo Salmone alla griglia con rucola e pomodorini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.