Crea sito

McDonald’s, dietro le quinte del ristorante

McDonald’s, dietro le quinte del ristorante

Spero con il tutto il cuore che abbiate letto il mio articolo sulle McChicken Variation di McDonald’s  perché oggi è la volta di McDonald’s, dietro le quinte del ristorante. Voglio infatti raccontavi l’esperienza vissuta alla presentazione delle nuove McChicken Variation. Un racconto su quello che succede dietro le quinte di un McDonald’s da quando si entra a quando si esce, sazi e soddisfatti.

Questo articolo è stato redatto in collaborazione con McDonald’s!

 

Quando entriamo in un ristorante McDonald’s, pensiamo che tutto sia semplice e veloce, come è per l’appunto mangiare un panino e scappare a casa sazi e soddisfatti. Mi sono dovuta ricredere su quanto lavoro ci sia, dietro le quinte.

Nulla è lasciato al caso. In questi ultimi anni McDonald’s sta ultimando la trasformazione della sua rete secondo il modello EOTF (Experience of the Future), come ci ha raccontato Mario Federico, Amministratore Delegato di McDonald’s Italia. Un progetto che prevede, entro il 2020, la trasformazione di tutti i ristoranti.

Questa innovazione tecnologica prevede la messa in opera di chioschi digitali che in pratica sono dei mega schermi, attraverso i quali i clienti possono consultare i menù disponibili, personalizzare le ricette e inviare l’ordine direttamente alla cucina, oltre che pagare con carta di credito. Il tutto con un risparmio di tempo, eliminando le file, dirigendosi direttamente al tavolo ed venendo serviti dal personale di sala.

Grazie a questo sistema, il personale ha un rapporto ancora più diretto con il cliente e la permanenza all’interno del ristorante è resa ancora più piacevole. Quello che mi ha colpita, è stata la presenza del cavalierino da tavolo, il classico segna posto per intenderci. Infatti, una volta inviato l’ordine attraverso il chiosco, si posiziona il cavalierino sul tavolo e, attraverso un sistema di geolocalizzazione, il personale è in grado di individuare il vostro tavolo, senza dover chiedere nulla. Incredibile vero?

Durante la visita, ho potuto vedere con i miei occhi, lo stoccaggio delle materie prime, che avviene in 3 diversi ambienti, con temperature diverse, a seconda della materia prima da conservare.

 

La cottura degli hamburger avviene fra due piastre a temperatura elevata e differenziata per un tempo variabile a seconda della dimensione dell’hamburger. La cottura alla piastra avviene senza olio, aggiungendo solo un pizzico di sale e pepe.

 

La cucina riceve la comunicazione delle ordinazioni dalla sala, attraverso appositi monitor. Questo sistema consente di preparare il prodotto al momento dell’ordine e quindi poterlo personalizzare sulla base delle indicazioni dei clienti. Quando i prodotti sono pronti, vengono consegnati dal personale di sala direttamente al cliente.

Una giornata fantastica dietro le quinte, per veder nascere le nuove McChicken Variation, Delicato e Saporito. Un’esperienza che mi ha arricchita e mi ha fatto innamorare ancora di più del mio lavoro e delle nuove McChicken Variation.

Spero che questo articolo McDonald’s, dietro le quinte del ristorante vi sia piaciuto. Seguitemi sul vostro social network preferito! 🙂  Mi trovate su Instagram  Pinterest   Youtube  Twitter o sulla mia pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.