Confettura di prugne

L’idea di questa Confettura di prugne è nata sabato scorso a casa di amici che avevano invitato me e la mia famiglia nella loro tenuta per un bagno in piscina. Guardandomi intorno mi sono accorta che era pieno di prugni, per cui ho chiesto alla mia amica se avesse intenzione di fare della confettura ma lei mi ha risposto che in questo periodo è molto impegnata e che non avrebbe potuto ma che se avessi voluto l’avrei potuta fare io. Ovviamente non me lo sono fatta ripetere due volte e ne ho raccolte un paio di cestini. Ed ecco qui la mia meravigliosa confettura, come si faceva una volta. Fatta cuocere lentamente per oltre 3 ore, senza l’aggiunta di pectina o altri addensanti, solo frutta e zucchero. Una vera bontà.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Cottura:
    3,5 ore
  • Porzioni:
    4 vasetti da 400 g
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 2,6 kg Prugne
  • 800 g Zucchero

Preparazione

  1. Lavate le prugne, asciugatele e privatele del nocciolo (le mie senza nocciolo pesavano 2,3 kg).

    Mettetele in una casseruola con lo zucchero a fiamma bassa e fatele cuocere per circa 3,5 ore girando di tanto in tanto per evitare che attacchino al fondo, soprattutto al termine della cottura dove il composto tenderà ad addensarsi.

    Dopodiché spegnete e lasciate intiepidire, nel frattempo  lavate i vasetti e sterilizzateli facendoli bollire per 5 minuti in acqua bollente. Scolateli senza toccare l’interno  e invasate la confettura. Chiudete ermeticamente i vasetti con il tappo a vite e capovolgeteli. In questo modo raffreddandosi si crea il sottovuoto. Per poter mantenere la confettura per tutto l’inverno avvolgete i vasetti in dei canovacci e poneteli in una pentola alta e coprite con l’acqua. A questo punto trasferite sul fuoco e portate ad ebollizione l’acqua e fate bollire per 15/20 minuti, poi spegnete e lasciate raffreddare completamente. Così facendo si ottiene una pastorizzazione casalinga per evitare la contaminazione da germi e batteri (leggete QUI c’è un intero articolo dove spiego come effettuarla al meglio 😉 ). Togliete i vasetti dall’acqua, asciugateli e riponeteli nella dispensa.

     

Note

Vi piacciono le mie ricette? Allora seguitemi sul vostro social network preferito! 🙂  Mi trovate su Instagram  Pinterest Google+  Youtube  Twitter o sulla mia pagina Facebook per non perdere nessuna novità!!

Precedente Insalata di ceci rucola e salmone Successivo Seppie con piselli al pomodoro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.