Bugie o chiacchiere di carnevale

Print Friendly, PDF & Email

Bugie o chiacchiere di carnevaleRicetta tradizionale delle Bugie o chiacchiere di carnevale.
Dolcezze tipiche del periodo carnevalesco a forma di striscia, vengono fatte con un semplice impasto che viene poi fritto o cotto al forno e successivamente spolverato di zucchero a velo.

Vengono chiamate con nomi diversi a seconda della regione di provenienza: chiacchiere in Lombardia, cenci in Toscana, frappe e sfrappole in Emilia, bugie in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Provate a fare le bugie con la nostra collaudata ricetta, sono leggerissime e si sciolgono in bocca.

Ingredienti per le bugie o chiacchiere di carnevale:

  • 500 g di farina 00
  • 45 g di zucchero
  • 30 g di burro
  • 1 uovo intero più 2 tuorli
  • un bicchiere di vino bianco secco (o mezzo di grappa)
  • un pizzico di sale fino
  • la scorza grattugiata di un’arancia

Preparazione delle bugie o chiacchiere di carnevale:

La stesura delle bugie o chiacchiere di carnevaleFar fondere il burro.
In una ciotola sbattere con una forchetta le uova, aggiungere lo zucchero, poi la farina, il burro fuso, il sale e infine la scorza di arancia grattugiata.
Aggiungere per ultimo il vino bianco o la grappa e lavorare fino a ottenere un impasto abbastanza compatto.
Riporre l’impasto ottenuto sotto una ciotola di vetro e lasciarlo riposare per un’ora circa.

La frittura delle bugie o chiacchiere di carnevaleCon l’ausilio del mattarello, stendere su un piano di lavoro infarinato una piccola parte dell’impasto e poi passarlo nella macchina per la pasta. La sfoglia dovrà essere fatta passare più volte nei rulli diminuendo lo spessore fino a raggiungere quello più fine.
Con la rotella ritagliare delle strisce rettangolari della dimensione che preferite e poi incidetele al centro creando un taglio parallelo al lato più lungo.

Bugie o chiacchiere di carnevale appena frittePonete le strisce così ottenute (2 o 3 alla volta) in abbondante olio ben caldo ma non bollente (170-180°C al massimo), cuocendole su ambo i lati e stando attenti a non bruciarle.
Appena diventeranno dorate, toglietele dall’olio e ponetele ad asciugare su della carta assorbente. Una volta raffreddate cospargetele con abbondante zucchero a velo e mangiatele entro pochi giorni perché tenderanno a perdere la loro particolare croccantezza.
Le bugie andranno generosamente ricoperte di zucchero a velo, se preferite mangiarle senza, vi consigliamo di aumentare la quantità di zucchero nell’impasto perchè nella ricetta ne viene utilizzato appositamente poco.


Ricette simili che potrebbero piacerti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.