Crea sito

Torta di Pasqua in Pasta di Zucchero

Torta di Pasqua in pasta di zucchero, una allegra torta con coniglietti, colombe, farfalle e fiori di campo. Una torta prima di tutto buona, un semplice pan di spagna, classico, senza lievito, farcito con crema di fragole e frutti di bosco, imbevuta con bagna, o sciroppo all’Alchermes, ricoperta con panna montata e poi decorata con pasta di zucchero. Tutti i decori sono realizzati interamente in pasta di zucchero, farfalle e fiori variopinti, con pasta di zucchero colorata, o da colorare con i colori in gel per un risultato perfetto. Le farfalle i fiori e le colombe sono realizzare con appositi stampini per lavorare la pasta di zucchero, il cancelletto è realizzato a mano, così come i coniglietti, uno che va nella tana, e l’altro intero con la sua carotina.

Vediamo come preparare la Torta di Pasqua in pasta di zucchero con tanti decori tipici della Pasqua per la nostra torta Pasquale.

  • Preparazione: 20+5+20+30 Minuti
  • Cottura: 40+5 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 15 Persone
  • Costo: Alto

Ingredienti

  • Panna da montare 200 ml
  • Pasta di zucchero (Bianca ( o tutta bianca – 900 g circa da colorare con colori in gel)) 300 g
  • Pasta di zucchero (Gialla) 300 g
  • Pasta di zucchero (Verde) 250 g
  • Pasqua di zucchero (Rossa) 50 g
  • Ovetti di cioccolato al latte 3-5
  • Cioccolato fondente 10 g
  • Frutti di bosco 50-100 g

Pan di Spagna 20 cm

  • Uova (5 medie) 250 g
  • Farina 00 (per dolci) 250 g
  • Zucchero 250 g
  • Vanillina 1 bustina
  • Acqua 4 cucchiai

Crema di fragole

  • Latte 500 ml
  • Uova (intero o 2 tuorli) 1
  • Zucchero 2 cucchiai
  • Frumina (o farina) 2 cucchiai
  • Fragole 150 g

Bagna

  • Acqua 300 g
  • Zucchero 100 g
  • Alchermes 1 bicchierino

Preparazione

  1. torta di Pasqua in Pasta di zuccherof

    Prepariamo il pan di spagna, ideale per preparare una torta decorata in pasta di zucchero è un classico pan di spagna, senza lievito, come da ricetta originale, che tiene bene e non si smonta. Usiamo le uova a temperatura ambiente, così montano meglio.

  2. Separiamo i tuorli dagli albumi, montiamo a neve ferma gli albumi. Poi lavoriamo a parte molto bene i tuorli con lo zucchero, aggiungiamo i 4 cucchiai d’acqua e continuiamo a lavorare, ad ottenere un composto molto spumoso e chiaro. Mettiamo da parte le fruste e lavoriamo con una spatola ad incorporare con movimenti regolari dal basso verso l’altro, sempre nello stesso verso, albumi montati, e farina, alternandoli, pochi per volta, e la farina la aggiungiamo setacciandola, anche con un semplice colino, ne basta uno di medie dimensioni.

    Mettiamo in uno stampo imburrato ed infarinato da 20 cm, o ricoperto con carta forno. Se usiamo la carta forno ricaviamo un disco per la base, e ritagliamo due strisce che facciamo aderire con un po’ di burro per i bordi. Cuociamo per circa 40 minuti a 180°C. Facciamo la prova stecchino a fine cottura. Sforniamo e lasciamo raffreddare.

  3. Prepariamo la bagna intanto che cuoce il pan di spagna. Mettiamo in un pentolino acqua e zucchero, e portiamo a bollore, quando bolle abbassiamo il fuoco e mescoliamo un po’ a far sciogliere tutto lo zucchero, spegniamo e lasciamo raffreddare. Quando lo sciroppo sarà freddo completiamo la bagna aggiungendo il bicchierino di Alchermes, possiamo anche usare altri aromi, ci sta bene limoncello, altri liquori fruttati, oppure possiamo usare degli aromi analcolici, come aromi alla mandorla, alla vaniglia, o possiamo cuocere con lo sciroppo della scorza di limone, e poi lo filtriamo alla fine.

  4. Prepariamo la crema pasticcera nel tempo di cottura del pan di spagna. Puliamo prima le fragole, le laviamo in acqua  e bicarbonato, le asciughiamo, togliamo il picciolo, le tagliamo a pezzi e aggiungiamo un po’ di latte, le frulliamo con frullatore ad immersione in un contenitore adatto, lungo e stretto.

    In un pentolino mettiamo un uovo intero, o  tuorli, aggiungiamo lo zucchero, la frumina, e mescoliamo in modo da non far formare grumi. Aggiungiamo poi poco per volta il latte con le fragole frullate, e tutto il latte residuo. Portiamo a cottura, fino a bollore, sempre mescolando. Con la frumina la crema si addenserà maggiormente una volta fredda, ma ad ogni modo non preparatela troppo liquida, quindi se serve tenetela un minuto sul fuoco dopo il bollore. Trasferiamo in una ciotola, copriamo con pellicola a contatto e lasciamo raffreddare.

  5. Tutte queste preparazioni di base possiamo anche prepararle in giorno prima. La crema è l’unica che va conservata in frigo, il pan di spagna in un contenitore chiuso.

    Possiamo preparare in anticipo anche le decorazioni in pasta di zucchero, vediamo come prepararle, ma la torta è già buonissima, e  bella anche senza pasta di zucchero, vi consiglio anzi di provarla anche senza pasta di Zucchero, è molto buona, fresca, e delicata, con un delizioso gusto all’alchermes e la crema di fragole, un po’ la cugina della torta con crema di fragole, ma molto diversa.

  6. Per lavorare la pasta di zucchero, per prima cosa la ammorbidiamo lavorandola fra le mani. Poi la porzioniamo, circa 600 servono per la copertura, e la mettiamo da parte, il resto la dividiamo in parti, ce ne servirà circa 200 g, poco meno, per realizzare i coniglietti, e piccole porzioni per fiori, farfalle e colombe. Coloriamo piccole porzioni di pasta per i decori, fiori, e farfalle. Basterà aggiungere poco colore con uno stuzzicadenti e lavorare la pasta di zucchero fino a renderla di un colore omogeneo. Per i fiori, farfalle e colombe stendiamo la pasta di zucchero su un tappetino in silicone, con rullo in silicone, con anelli distanziatori, per avere così lo spessore giusto, ed uniforme. Ricaviamo le colombine con la pasta di zucchero bianca, così come alcune margheritine. Ritagliamo altri fiori colorati di rosso e giallo. Per sovrapporre fiore piccolo su fiore grande possiamo usare un po’ di acqua per farlo aderire bene, usando uno stuzzicadenti. Per le farfalle invece mettiamo insieme un po’ di pasta di zucchero di diversi colori, e senza lavorarla troppo, la stendiamo, e ritagliamo. Per far piegare, ali, e petali, possiamo ricavare dei cordini di carta forno, e posare questi elementi con le ali e i petali leggermente rialzati, sul cordino, che terrà sostenuti i decori mentre si induriscono.

  7. Se non vogliamo colorare la pasta di zucchero, possiamo acquistarne diversi panetti già colorati, di colori diversi, ma è molto comodo colorarla, soprattutto per i decori, e a questo proposito è molto utile avere dei coloranti in gel, che sono facilissimi da usare e non rovinano la pasta di zucchero, basta aggiungere il colore con uno stuzzicadenti, ne basta poco, si lavora con le mani, e mano a mano se ne aggiunge per ottenere la giusta colorazione, ovviamente per ottenere colori secondari mettiamo insieme più colori primari, ad esempio io ho fatto il cancelletto, o la scaletta, unendo alla pasta di zucchero rossa un po’ di colorante verde. Stesa la pasta di zucchero l’ho ritagliata in tante striscette, che poi ho usato, due in verticale, e le altre in parallelo, in modo orizzontale. Possiamo sempre usare un po’ di acqua per incollare le parti, ma se è ben lavorata, e quindi morbida la pasta si incolla senza aggiungere acqua.

  8. Per realizzare i 2 coniglietti, uno nella tana, e l’altro intero, usiamo la pasta di zucchero bianca. Formiamo, per il coniglietto nella tana, una palla, che modelliamo a formare il sederino, sull’estremità attacchiamo un altra pallina di pasta di zucchero che tagliamo con la forbice per ricavare la coda. Ricaviamo 2 zampette cicciottelle, con gli attrezzi per modellare la pasta di zucchero con delle leggere pressioni ricaviamo le dita e poi decoriamo con un po’ di pasta di zucchero rosa. Per il coniglietto intero, ricaviamo il busto con una palla di pasta di zucchero che allunghiamo e restringiamo verso il collo. A questa attacchiamo con una spiedino una pallina più piccola, che sarà la testa del coniglietto.

    Prepariamo le zampette come prima, le attacchiamo alla base con un po’ di acqua. Prepariamo 2 piccole palline da attaccare al petto, a formare le zampette anteriori. Poi con uno spiedino diviso a metà attacchiamo le orecchie, che curviamo un po’. Per gli occhietti usiamo 2 gocce di cioccolato  o dei pezzettini di cioccolato fondente. Abbiamo tutto pronto per realizzare la nostra torta di Pasqua in pasta di zucchero. Con una po’ di pasta di zucchero, arancione, almeno credevo che la mia lo fosse, poi in foto sembra più gialla, che altro, ricaviamo una carotina, e come per la coda del coniglio ricaviamo un ciuffetto verde, tagliando con una forbice una pallina verde, da attaccare alla cima, come se fossero le foglie della carota.

  9. A questo punto siamo pronti per assemblare la torta di Pasqua in pasta di zucchero, rimane solo da montare la panna, 200 ml, fredda di frigo, con le fruste elettriche, in una ciotola ben pulita, così si monterà benissimo in poco tempo.

  10. Tagliamo il pan di spagna che abbiamo preparato senza lievito, e lasciato raffreddare. Io l’ho tagliato a metà, ma si potrebbe farcire anche a 3 strati.

    Mettiamo la base su un vassoio da portata. Usiamo metà della bagna, con un apposito dosatore con tappo forato, che distribuisce in modo uniforme la bagna. Lasciamo l’altra metà per il secondo disco, che andremo a bagnare leggermente anche sulla superficie, necessario per ammorbidire l’esterno, senza doverlo eliminare.

  11. Lavoriamo un po’ la crema pasticcera alle fragole, che essendo fredda di frigo si è compattata, la lavoriamo con una forchetta, o anche con le fruste elettriche. Per renderla ancora più golosa potete aggiungere un paio di cucchiai di panna montata.

  12. Farciamo la base del pan di spagna con la crema, uno strato abbondante e spesso, di circa un paio di centimetri, e la livelliamo bene, fino a quasi al bordo. copriamo con il secondo disco inzuppato, e bagniamo leggermente anche la superficie, anche i bordi, ma senza eccedere in quei punti. Rivestiamo la torta con la panna montata, cercando di livellare meglio possibile la superficie, e i bordi.

  13. Prepariamo le coperture in pasta di zucchero. Dividiamo in 2 parti la pasta di zucchero gialla, tiriamo due cordoni, e con il mattarello la stendiamo sul tappetino in silicone, non ci sarà bisogno di usare zucchero a velo o altro per non far appiccicare la pasta di zucchero. Tiriamo così 2 strisce larghe, che vanno a ricoprire la circonferenza della torta, e tutto il bordo, ricadendo per 3 cm circa sulla superficie della torta, in modo che non possa scivolare. Dove c’è l’unione delle 2 strisce, mettiamo un striscia di pasta di zucchero, dello stesso colore, o poco più scura, per coprire la giunzione, per non far capire che si tratta di giunzioni, possiamo anche mettere altre 2 striscette. Con una spatolina per pasta di zucchero ripieghiamo la pasta di zucchero sotto la torta alla base.

    Tiriamo la pasta di zucchero verde, circa 250 g in una sfoglia tonda, e con questa copriamo la superficie, lasciando ricadere le parti in eccesso lungo il bordo. Posizioniamo poi gli elementi decorativi sulla torta. Il coniglietto con la sua carotina, i fiori, le farfalle, usando un po’ di acqua per farli aderire bene, la scaletta ad un lato, le colombe, e per il coniglio nella tana, ricaviamo la tana. Prepariamo un cordoncino di colore marrone, lungo e stretto, e lo mettiamo sulla torta a cerchio. Grattugiamo un po’ di cioccolato fondente e lo mettiamo nel cerchio, qui mettiamo il coniglietto.

  14. torta di Pasqua in Pasta di zucchero

    La torta di Pasqua in pasta di zucchero è pronta, la teniamo in frigo fino al momento di servirla. Si conserva per 2-3 giorni e si conserva bene la pasta di zucchero in frigo anche dal giorno prima per l’indomani. Ovviamente dobbiamo tenere la torta lontana dall’umidità e da ambienti caldi, per non rischiare di far sciogliere lo zucchero.

  15. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest e Instagram, ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione.

Note

Pubblicato da ricettechepassione

Appassionata di cucina con un pizzico di novità anche nella cucina tradizionale, non solo in quella calabrese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.