Crea sito

Polpette di melanzane alla calabrese

Polpette di melanzane alla calabrese con basilico, ancora più profumate, con tutto il sapore della magica estate calabrese, profumo genuino dell’orto, che entra nelle case e dalle case ne esce in un profumo inebriante, unico ed inimitabile, quelle delle polpette di melanzane fritte che nei vicoli dei paesi attira come una calamita e ti invoglia ad assaggiarne una e poi ancora, ancora, fino a che non ti ritrovi con il piatto vuoto, va a finire sempre così, indipendentemente da quante ne prepari. Ti consigli odi provarle, sono davvero fenomenali, nonostante le melanzane siano lessate, particolare che le rende leggere, buone, e uniche ed inimitabili, con un guscio croccante, croccantezza che è data anche dalla stessa buccia della melanzana, che va rigorosamente lasciata,e l’interno è un cuore morbido e gustoso, gustoso grazie al buon pane raffermo casereccio, al mix di formaggi grattugiati, pecorino e grana, aglio e abbondante basilico appena raccolto. Se usiamo gli ingredienti dell’orto il gusto è davvero esplosivo, ma vi garantisco che anche con le melanzane del supermercato otteniamo ottimi risultati, scegliamo quelle scure, prefreribilmente quelle lunghe, anche se non sono facili da trovare.

ricetta polpette di melanzane morbide e leggere
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4-6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgmelanzana ovale nera (o lunga)
  • 2 fettepane raffermo casereccio
  • 2uova
  • q.b.basilico
  • q.b.pecorino
  • q.b.Grana Padano DOP
  • q.b.sale
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.olio di semi di girasole

Strumenti

  • Pentola
  • Padella
  • Ciotola

Preparazione polpette di melanzane alla calabrese

  1. idea sfiziosa per polpette senza carne

    Mettiamo sul fuoco una pentola capiente, riempita per metà di acqua, e portiamo a bollore. Intanto prepariamo le melanzane.

  2. Laviamo le melanzane e le tagliamo a bastoncini, con tutta la buccia. Meglio usare le melanzane lunghe dell’orto, ma se non le abbiamo vanno bene le melanzane ovali quelle scure. Le teniamo a bagno in acqua fino al momento di metterle a cuocere in acqua bollente.

  3. Cuociamo le melanzane fino a che non risultano morbide. Le scoliamo e le lasciamo raffreddare. Se siete di fretta potete passarle anche sotto l’acqua fredda, ma è preferibile prepararle in anticipo così hanno il tempo di raffreddarsi.

  4. Mettiamo a bagno il pane raffermo, ideale quello casereccio, bello saporito, io a volte uso anche altro pane, tipo la pitta, quando ho solo quella, e basta strizzarlo bene per avere un ottimo risultato.

  5. Strizziamo forte le melanzane fredde. Aggiungiamo il pane, le uova, pecorino grattugiato, io uso quello fatto in casa, qui la ricetta. Aggiungiamo ancora un po’ di grana, aglio tritato finemente, e abbondante basilico spezzettato con le mani, e sale. Lavoriamo il composto, ad ottenere un composto omogeneo legato, ideale per fare le polpette. Non deve essere troppo duro, nel caso si aggiunge un po’ di uovo. Solo se l’impasto risulta troppo morbido si può aggiungere un po’ di pangrattato, ma se strizzate tutto bene non serve.

  6. Formiamo le polpette, dalla forma allungata, come da trazione, o se preferite anche tonde. Friggiamo in olio caldo e abbondante, non serve coprirle completamente. Le giriamo solo quando la base è già dorata, così non si rompono. Facciamo dorare da entrambi i lati fino a che l’esterno non diventa croccante. Asciughiamo su carta e serviamo. Sono ottime calde, appena fatte, ma non dispiacciono neanche fredde.

  7. Prova anche la versione al profumo di prezzemolo, o la versione ancora più golosa con aggiunta di carne nell’impasto.

  8. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.