Minestra allo Zafferano di Pasta e Verdure

Minestra allo zafferano con tante buone verdure fresche, quello che ci vuole per tirarsi su in questi primi giorni di freddo, a cui poco siamo abituati.

Nelle fredde sere d’inverno è quasi un’abitudine preparare una calda minestra, per scaldare il corpo e lo spirito, ma vi assicuro che non c’è niente di meglio di un buon piatto caldo già da queste prime sere autunnali, quando l’aria più frizzante della sera inizia a farsi sentire. La minestra allo zafferano poi è così buona che sostituendo un po’ di pasta piccola alla solita pastina, diventa un primo eccezionale anche per pranzo, vediamo subito come prepararlo scommetto che anche voi ne avete voglia, io l’ho rifatta proprio oggi a pranzo, con un po’ di tagliatelle sminuzzate, una delizia.

Se vuoi ricevere le mie nuove ricette seguimi sulla pagina FACEBOOK.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    2 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Pasta (A scelta pasta piccola, o che si spezzi) 150 g
  • Zucchina 1
  • Patate (medio ) 3
  • Carote 1
  • Cipolle 1/2
  • Sedano q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Olio d’oliva q.b.
  • Zafferano 1 bustina
  • Sale q.b.
  • Grana padano q.b.

Preparazione

  1. minestra alla zafferano

    Prepariamo le verdure, cominciamo dalla carota, la peliamo e la tagliamo a dadini, lo stesso per le patate, pelate e tagliate a dadini, anche le zucchine le tagliamo a dadini, più o meno tutto delle stesse dimensioni. Tagliamo anche un po’ di sedano e la cipolla, mettiamo tutto insieme, così laviamo le verdure in una ciotola per passare poi alla cottura della nostra minestra, in pentola, o in padella per un gusto ancora più intenso.

  2. Mettiamo sul fuoco una padella in alluminio, una di quelle spesse, aggiungiamo un po’ di olio d’oliva, la scaldiamo e aggiungiamo le verdure sgocciolate, io le ho messe tutte insieme per evitare un vero e proprio soffritto. Le lascio stufare qualche minuto così. Al posto della padella se non l’avete potete usare una pentola qualsiasi.

  3. Dopo aver lasciato insaporire le verdure per qualche minuto ho aggiunto l’acqua, un litro abbondante circa, o poco più, che servirà oltre che per cuocere le verdure, anche per cuocere la pasta, tutto insieme in padella, ma la pasta la aggiungiamo in un secondo momento, prima portiamo avanti la cottura delle verdure. Possiamo salare, e lasciar cuocere, se piace possiamo aggiungere un po’ di peperoncino.  Mettiamo sempre il coperchio per cuocere le verdure in acqua, una volta che il liquido prende il bollore possiamo abbassare il fuoco.

  4. Ora c’è da decidere se vogliamo lasciare le verdure a dadini, o se le vogliamo frullare, per ottenere un passato in cui cuocere la pasta, a me piace variare, se l’ultima volta avevo frullato tutto, una volta cotte le verdure, questa volta le ho lasciate intere, per cui non ho atteso che le verdure fossero ben cotte per mettere la pasta, anche perchè ho usato tagliatelle, e le tagliatelle hanno una cottura di alcuni minuti.

  5. Quando le verdure son già un po’ cotte, dopo circa 7-8 minuti, andiamo ad aggiungere la pasta, io ho usato tagliatelle che ho prima frantumato tra le mani. Portiamo la pasta a cottura, il liquido si asciugherà quasi del tutto alla fine, ne rimane giusto un po’ che con il formaggio che aggiungerò solo a fine cottura formerà una golosa cremina.

  6. Prima di completare la cottura della pasta, la parte più importante della preparazione, aggiungiamo la bustina di zafferano. Giriamo bene la minestra allo zafferano in modo che si distribuisca bene.

    A questo punto non resta che sedersi a tavola, e scaldarsi con un buon piatto di minestra calda, basta aggiungere un po’ di formaggio, e il piatto diventa cremoso e gustoso, ricco di sapori.

Note

Prova anche la minestra di riso con scarola o con cavolfiore.

 
Precedente Pasta con pesto di zucchine Successivo Pasta con le polpette al sugo

Lascia un commento

*