Crea sito

Frolla Milano al burro per dolci perfetti

Frolla Milano al burro per dolci perfetti, preparata con una buona base di burro lavorato con zucchero a velo che la rende una frolla speciale, una frolla da pasticceria, per dolci al burro scioglievoli ed irresistibili. La frolla Milano è stata resa famosa di grandi maestri pasticceri Massari e Montersino, io ne ho preparato una mia versione leggermente diversa, ho infatti variato la ricetta dove diceva di usare un tuorlo, ho messo un uovo intero, che poi ho dovuto bilanciare con aggiunta di poca farina, alla fine il risultato è pressocchè simile, a me proprio dispiaceva lasciare un albume, non sapevo cosa farmene, e quindi l’ho inserito in ricetta, al poso del miele di acacia ho usato il miele millefiori, è l’unico che ho in casa, perchè più profumato e riesco ad usarlo nei dolci. La frolla Milano è una frolla perfetta da usare in pasticceria per la preparazione di crostate, biscotti, o anche tartellette. Vediamo come si prepara la frolla Milano, a mano, o se preferite con impastatrice.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni1 crostata da 24 cm
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gFarina 00
  • 200 gBurro
  • 80 gZucchero a velo
  • 30 gMiele
  • 1Uovo medio
  • 1Scorza di limone
  • 4 gLievito in polvere per dolci
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Acqua

Strumenti

  • Ciotola

Preparazione

  1. Frolla milano

    In una ciotola ampia lavoriamo il burro morbido tagliato a dadini con lo zucchero a velo, fino ad ottenere un composto omogeneo.

  2. Aggiungiamo poi un uovo intero, o se preferite solo il tuorlo come da ricetta originale. Lavoriamo fino ad incorporare l’uovo.

  3. Aggiungiamo anche il miele e lavoriamo. Aggiungiamo un pizzico di sale sciolto in un goccio di acqua, lavoriamo ancora. Il miele darà un colore più scuro alla nostra frolla in cottura, anche alla base che di solito rimane più chiara.

  4. Infine aggiungiamo la farina con il lievito, che è facoltativo, ma un po’ possiamo metterlo, specie se prepariamo biscotti. Non conviene usarlo per tartellette o crostate da farcire dopo cotte.

  5. Lavoriamo il composto fino ad ottenere un panetto omogeneo e che non si attacca più alle mani, usiamo per rifinire 1 cucchiaio di farina circa. Aggiungiamo per profumare scorza di limone, biologica, anche arancia, o se preferite vaniglia.

  6. Compattato l’impasto su un piano di lavoro, lo trasformiamo in un panetto sottile, lo avvolgiamo nella pellicola, e lo lasciamo 2 ore almeno in frigo per raffreddare bene. Possiamo lasciarlo anche tutta la notte in frigo, o congelare se non riusciamo ad usare subito.

  7. Stendiamo in una sfoglia sottile, su un piano leggermente infarinato, usando il mattarello. Ritagliamo della misura desiderata, e alla base usiamo carta forno, o per biscotti anche una teglia antiaderente.

  8. Per le crostate, per avere bordi precisi, prepariamo un cordoncino, con il quale facciamo un cerchio intorno alla base, nella teglia. Usate teglie a cerniera, così da non dover capovolgere i vostri dolci.

  9. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.