Crea sito

Cream tart di Natale con crema paradiso

Cream tart di Natale con crema paradiso, un dolce molto goloso, a forma di albero, per festeggiare insieme il Natale, perchè mai come quest’anno il Natale ci unisce, anche se a distanza. In questo triste anno di covid più che mai dobbiamo essere invogliati a festeggiare, in sobrietà, perchè noi ci siamo, e ci atteniamo alle regole del buonsenso per superare presto tutto questo, e chissà presto tutto questo sarà un lontano ricordo. Ricordiamoci però le cose buone, come la ricetta di questo buon dolce, un dolce buonissimo, che devo ancora perfezionare, se non altro per lo spessore della frolla, anzi me lo segno qua, così lo ricorderò la prossima volta, la frolla poco più spessa, così si cuoce anche meglio e più uniformemente, beh vi devo anche confessare che ho da poco il forno nuovo, e ancora non ho capito come cuoce in modalità statico, succede che ad un certo punto parte la ventola, e quando parte in un attimo mi colora tutto di scuro, nel senso che diventa troppo potente, e soggetti delicati come una frolla quasi pronta, in un attimo si dora più del dovuto, certo non accadrà la prossima volta, starò lì a controllare come una guardia svizzera, ma pubblico ugualmente la ricetta perchè nel complesso è un ottimo dolce, e magari dai miei errori voi riuscirete a fare sicuramente molto meglio, poi proverò a rifarla senza dubbio, magari con una forma diversa, e chissà sarà finalmente perfetta. Comunque anche così vi assicuro che ho ricevuto i complimenti, è piaciuta un sacco, ottimo il contrasto della crema paradiso, abbondante, con il biscotto friabile e scioglievole. Ho decorata la mia cream tarte con meringhe fatte in casa, mai mi fosse venuta l’idea, c’era un’umidità pazzesca, e come le toglievo dal forno assorbivano l’umidità della stanza, diventando appiccicose… forse la prossima volta mi converrà comprarle pronte se proprio le vorrò usare per decorare i miei dolci. Vi lascio la ricetta, spero di non avervi scoraggiato a provare a farla, in realtà è anche molto facile e divertente, solo che io mi sono veramente complicata la vita per farla. Anche la sagoma dell’albero, potete farla sicuramente meglio di me, io vi consiglio di allargarla leggermente, anche fino a su, alle punte, così si nota di più che un albero.

cream tart di Natale fatto in casadiso
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti cream tart di Natale

Pasta sablée

  • 300 gfarina 00
  • 200 gburro (freddo di frigo)
  • 100 gzucchero a velo
  • 2tuorli (o 1 uovo intero)
  • q.b.scorza d’arancia
  • q.b.cannella in polvere
  • q.b.zenzero in polvere

Crema paradiso

  • 500 mlpanna da montare
  • 200 glatte condensato

Meringa

  • 1albume (35 g circa)
  • 75 gzucchero
  • colorante alimentare in gel (rosso)
  • 15 mlacqua

Per decorare

  • q.b.foglie di ostia

Strumenti cream tart di Natale

  • Planetaria
  • Carta forno
  • Mattarello
  • Coltello
  • Forbici
  • Bilancia
  • 1 foglio A4
  • Sac a poche
  • Frusta elettrica
  • Ciotola

Preparazione cream tart di Natale con crema paradiso

  1. cream tart di Natale fatto in casa

    Iniziamo a preparare in anticipo la pasta sablée, una frolla al burro molto fine, con zucchero a velo. Il nome significa pasta sabbiata, perchè è la consistenza che ha l’impasto dopo averlo lavorato con parte degli ingredienti. Si parte a mescolare in una planetaria, zucchero, farina e burro tagliato a pezzi. Si fa lavorare fino ad ottenere una sorta di composto sabbiato, a questo aggiungiamo infine i due tuorli o un uovo intero, e sempre lavorando nella planetaria, con la foglia, otteniamo un composto che sia omogeneo. Si può lavorare anche a mano, solo risulta un po’ faticoso, essendo il burro freddo. Se non avete una planetaria ve ne consiglio una abbastanza economica molto buona che potete acquistare su amazon.

  2. Compattiamo il panetto, dividiamo in 2 parti uguali, diamo una forma a rettangolo, molto schiacciato così è già pronta da stendere e avvolgiamo nella pellicola e mettiamo in frigo, un’ora o tutta la notte.

  3. Su carta forno, stendiamo uno alla volta i panetti, che abbiamo tolto dal frigo un po’ in anticipo, ma li lavoriamo senza farli scaldare troppo, ci regoliamo a seconda della temperatura in casa.

  4. Dobbiamo ricavare 2 rettangoli, dello stesso spessore. Io l’ho preparata molto sottile, circa 4 mm., vi consiglio di prepararla poco più spessa, perchè in cottura non cresce, e tanto l’impasto è sufficiente. Molto comode sono due guide laterali dello spessore desiderato, due bacchette di legno da circa 1 cm di spessore, o poco meno.

  5. Ora la parte creativa, dobbiamo ritagliare dai rettangoli 2 alberelli. Io per riportare l’albero su sfoglia ho disegnato un albero su un foglio A4, l’ho ritagliato poi con una forbice, e con un coltello, ho inciso la frolla ritagliando sui bordi della sagoma di carta.

  6. Con le dita regoliamo bene i bordi del nostro albero, mettiamo a cuocere in forno caldo e ventilato a 160° le sfoglie di pasta sablèe, le due teglie insieme, e controlliamo che la cottura sia uniforme, altrimenti una teglia per volta a 180°c per circa 115 minuti, deve risultare appena dorata, regolatevi anche in base al vostro forno. Usate delle buone teglie per biscotti, non quelle leggere che si deformano in cottura e deformano anche il biscotto. Le potete acquista qui su Amazon.

  7. Lasciamo raffreddare le nostre sagome senza toccarle nella teglia, quando sono calde sono ancora morbide e delicate, raffreddandosi induriscono, ma attenzione che essendo una frolla fine se si maneggia senza fare attenzione si rischia di romperla.

  8. Prepariamo con i ritagli di pasta dei biscottini per decorare la nostra torta, lo spessore decidetelo voi, ritagliate dei soggetti a tema col Natale, stelle, babbo natale, angelo, calza della befana o monetine. Per preparare i biscotti lavoriamo su un piano infarinato, senza carta forno, la carta forno solo in teglia per la cottura. I biscotti cuociono in pochi minuti, meno rispetto alla base per cream tart che è più spessa.

    Se non avete gli spampini natalizi li potete acquistare qui su amazon.

  9. Prepariamo anche le meringhe. Io ho preparato la meringa all’italiana, la ricetta nel dettaglio qui. Montiamo a neve ferma l’albume. Poi basta sciogliere lo zucchero con un goccio di acqua, se volete sostituite un po’ di acqua con succo di limone, quando è a 120°c lo versiamo nell’albume montato a neve. Aggiungiamo colorante rosso in gel e mescoliamo. Trasferiamo in una sac à poche e formiamo in teglia, su carta forno, le nostre meringhe. Cuociamo in forno caldo ventilato a 100°c, con lo sportello a spiffero, con un mestolo di legno, per circa un’ora, o poco più, a seconda della dimensione delle meringhe. Le lasciamo raffreddare in forno.

    Il colorante più indicato è in gel acquistabile qui su Amazon.

  10. Prepariamo la crema paradiso. Montiamo con le fruste elettriche in una ciotola capiente la panna fredda di frigo. Aggiungiamo alla panna il latte condensato, mescoliamo ancora e la crema è pronta.

  11. In un vassoio da portata componiamo la nostra cream tart di Natale a forma di albero con la deliziosa crema paradiso, veloce senza cottura. Mettiamo la prima sagoma ad albero di frolla nel vassoio, con una sac à poche con beccuccio largo e liscio andiamo a ricoprire di tanti ciuffi di crema paradiso. Se volete potete aggiungere un po’ di nutella qua e là, ma è già davvero tanto golosa così.

    Se non avete i beccucci e le sac à poche li potete acquistare qui su Amazon.

  12. Chiudiamo la nostra cream tart di Natale con la seconda sagoma di frolla ad albero. Decoriamo con tanti ciuffi di crema seguendo un ordine preciso. Infine decoriamo con i biscottini, e le foglie di ostia. Teniamo in frigo fino al momento di servire. Solo adesso decoriamo con le meringhe, che se stanno troppo sulla crema diventano morbide e rilasciano colore.

  13. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

  14. Il dolce non si spezza al taglio, pur essendo di frolla, e anche nel caso sia cotta un po’ di più come è successo a me, quindi non serve prepararla molto tempo prima. Se si prepara il giorno prima, comunque si conserva perfettamente, la frolla rimane friabile, perfetta per fare bella figura. Fate solo attenzione ai decori che usate. Alcuni tipi di coloranti, soprattutto nei confetti, vengono rilasciati anche alla crema, quindi se volete usare confetti colorati, aggiungeteli solo all’ultimo momento.

  15. cream tart stella di natale monoporzione

    Con gli ingredienti che avanzano, e se ne avanzano, ho realizzato delle mini cream tart a stella, un’ottima idea per un dessert monoporzione da servire a fine pasto durante le feste.

  16. Link sponsorizzati inseriti nella pagina.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.