Ciambella Glassata al Cioccolato

Ciambella glassata al cioccolato con viole

Ciambella glassata al cioccolato
Ciambella glassata al cioccolato con viole mammole

Per la festa della mamma ho voluto preparare un dolce floreale, avevo già preparato tempo fa la torta con le rose, quindi questa volta ho cambiato fiore, siccome in giardino ho tante viole mammole che crescono spontanee ho pensato di usarle per il mio dolce dedicato alla mamma, proprio oggi che è la festa della mamma. Ho così deciso di preparare al posto della solita torta guarnita una ciambella glassata al cioccolato decorata con tanti piccoli fiorellini di viole mammole. Le viole mammole così come le altre viole, e dato che le ho citate, anche le rose, sono tutti fiori eduli, ossia commestibili, solo se però sono coltivati senza alcun trattamento chimico, io infatti uso solo quelli del mio giardino, o quelli raccolti per boschi in ambienti sani. La ciambella è semplicissima da preparare, chiunque può prepararla, non servono grandi conoscenze, se non avete i fiori, basterà non metterli, anche solo con la glassa al cioccolato è buonissima, e anche bella.

Ingredienti:

Per la ciambella alla ricotta:

  • 3 uova
  • 250 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 300 g di farina
  • 50 ml di olio di semi
  • 80 ml di latte
  • 1 bustina di vaniglia
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 bustina di lievito
  • Burro e Farina per lo stampo

Per la glassa al cioccolato:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 50 ml di acqua
  • 50 g di zucchero

Per la glassa di zucchero alle viole:

  • 30 g di zucchero a velo
  • 50 ml di acqua di viole
  • 30 viole mammole (10 per la glassa le altre per decorare)

Preparazione:

Non vi lasciate smontare dalla lunga descrizione degli ingredienti, in realtà è una ciambella semplicissima da preparare, vi dirò di più, se avete un fornetto versilia viene ottima anche al forno versilia, ma se non ce l’avete il forno tradizionale va bene ugualmente.

La ricetta è per uno stampo da 24 cm, è abbastanza grande, per 8-10 persone è perfetta, viene bella alta, ma se volete potete anche preparare uno stampo più grande aumentando le dosi, basterà aggiungere 1 uovo per 100 g di farina e così via per gli altri ingredienti basterà fare le giuste proporzioni.

Cominciamo a preparare la ciambella, mettiamo insieme le uova on lo zucchero, lavoriamo fino ad ottenere una spuma soffice, io ho usato una frusta a mano, ed è venuta ultra soffice, quindi fate un po’ voi, a mano, o nella planetaria. Quando avrete ottenuto una spuma soffice aggiungete la ricotta, girate e fate amalgamare bene la ricotta alle uova. A questo punto aggiungiamo l’olio a filo e giriamo. Aggiungiamo il latte, la vaniglia e giriamo ancora, mano a mano aggiungiamo la farina, setacciata, ma anche no, io la lascio cadere piano dal sacchetto messo un po’ in alto, così mentre cade incorpora aria Giriamo molto bene con la frusta. Se non l’avete fatto prima, imburrate la teglia, io anzichè infarinarla l’ho rivestita con pangrattato. Accendete il forno a 180°c se avete il forno statico, a 165 se è ventilato, se usate il fornetto versilia non serve accendere il forno.

A questo punto aggiungiamo anche il lievito all’impasto, giriamo bene, e versiamo quasi tutto il composto nello stampo, ne lasciamo giusto 3-4 cucchiai a cui andremo ad aggiungere il cacao. Giriamo bene il composto al cacao e lo andiamo a mettere sulla ciambella a cucchiaiate qua e là,poi con uno stuzzicadenti lo tirate un po’ così tutta la ciambella sarà bicolor.

Mettiamo a cuocere in forno per circa 50 minuti. State sempre attenti alla superficie, se dovesse dorarsi troppo abbassate un po’ la temperatura, poi fate sempre la prova stecchino per vedere se è pronta. Se usate il forno versilia, coprite e portate sul fuoco, io questa volta ho usato il fornello a gas, l”altra volta invece avevo usato la cucina a legna. Usiamo con il fornetto versilia il fornello medio, non proprio al minimo, ma a metà fiamma, io l’ho lasciata cuocere per 60 minuti, e nel fornello della pentola ho aggiunto un po’ di acqua, non so quanto sia servito, perchè ne va poca e immagino evapori subito, dato il calore, la prima volta non l’avevo messa, ed è venuta comunque buona.

Ottenuta la ciambella bicolor alla ricotta, la capovolgiamo e la lasciamo raffreddare.

Intanto se avete le viole ne mettete 10 ad infusione in 50 ml di acqua calda.

Quando sarà il momento di guarnire la ciambella con glassa al cioccolato, andremo a preparare la glassa al cioccolato. Dobbiamo sciogliere lo zucchero in acqua calda, in un pentolino sul fornello, quando lo zucchero sarà sciolto, spegniamo, e andremo ad aggiungere il cioccolato tagliato a pezzi. Il cioccolato si scioglierà, lo dovremo far raffreddare, fino a 40°c, non di più e a quel punto lo distribuiamo sulla ciambella. Io ho trasferito il cioccolato dalla pentola calda in una ciotola fredda così si raffredda prima. Non ho il termometro ma ho controllato la temperatura a mano. Io avevo posato la ciambella su una grata, nel caso fosse colato del cioccolato lo avrei raccolto sotto in un vassoio, ma in realtà non ne è colato neanche una goccia, mi è bastato farlo cadere sulla ciambella e si è mano a mano fermato sui bordi.

Sarebbe già bella così la ciambella glassata al cioccolato, e anche molto buona, ma siccome è per un’occasione speciale ho voluto aggiungere le viole, con cui ho preparato prima una glassa di zucchero alle viole.

ciambella glassata con cioccolato e viole
Ciambella glassata con cioccolato e viole

Per la glassa ho messo in una ciotolina dello zucchero a velo. Ho scaldato l’acqua di viole, e l’ho versata piano nello zucchero, fino ad ottenere una glassa lucida e liscia, usiamola subito altrimenti indurisce, così come la glassa al cioccolato. Con un cucchiaino io l’ho distribuita a filo sul dolce. Poi ho guarnito su un angolo con le viole. Ora vi do un paio di consigli per far in modo che le viole rimangano fresche, il primo consiglio è di aggiungerle solo alla fine, un’ora prima di servirla. Per farle attaccare sarà necessario che mettiate anche la glassa di viole in quel momento, così si incollano sulla glassa. Un altro sistema potrebbe essere quello di usare della gelatina in spray che va a freezare le viole. Non serve conservare la ciambella glassata al cioccolato in frigo, ma è necessario un po’ di riposo per far rapprendere la glassa al cioccolato. Siccome l’abbiamo già assaggiata a colazione la ciambella glassata al cioccolato, dato che l’ho preparata ieri sera, posso già dirvi che è venuta buonissima, un gusto incredibile e bella soffice grazie alla presenza della ricotta.

Se vuoi rimanere connesso con Ricette che Passione e vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti relativi alle mie nuove ricette seguimi sulla pagina FACEBOOK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.