Roscani alla mentuccia

I roscani alla mentuccia sono un contorno ideale per questi giorni. Il nome scientifico della pianta è salsola soda e sono conosciuti anche con il nome di agretti, barba di frate. Ho trovato su Wikipedia quanto segue: “in Spagna è nota con il nome di barrilla. È diffusa anche nella cucina anglosassone, dove viene chiamata con il nome italiano di agretti. In Romagna viene popolarmente chiamata “lischi” o “liscari“. Nelle Marche è nota come “rospici” o “arescani“. In Umbria invece prende il nome di “riscoli”.

Nella mia famiglia li abbiamo sempre chiamati roscani o anche barba di frate e apprezzati per il loro sapore che è asprigno (da cui deriva il nome agretti) e le proprietà depurative adatte a questa stagione.

Le foglie si deteriorano facilmente e sono un po’ impegnativi da capare, ma ci piacciono tanto e si trovano solo per un breve periodo per cui vale la pena perderci un po’ di tempo.

Di solito dopo averli lessati brevemente li ho sempre conditi con un pizzico di sale, limone e olio che esalta il loro tipico sapore, ma quando ho trovato nel dizionario della cucina marchigiana “Marchigiando” (una raccolta del Resto del Carlino di qualche anno fa) la ricetta dei roscani alla mentuccia ho voluto subito provarla e sono rimasta molto soddisfatta.

Possono essere serviti con le uova sode come guarnizione.

Roscani alla mentuccia
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 3-4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Roscani (Barba di frate o agretti) 500 g
  • Aglio fresco (o 1 spicchio) 2-3 foglie
  • Mentuccia 2-3 rametti
  • Aceto q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Pulire i roscani eliminando la radice finale e lavarli bene. Lessarli in acqua bollente salata per circa 10 minuti.

    Scolare e condire con un trito di aglio e mentuccia, olio, sale e pepe.

    Possono essere serviti con le uova sode come guarnizione.

Contorni di primavera

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.