Crea sito

Polpette di tonno fresco

Le Polpette di tonno fresco sono allegre e appetitose, un piatto perfetto del riciclo preparato tutto a modo mio… seguendo l’istinto del momento.
Per me seguire l’istinto nelle ricette, significa concentrarmi sugli ingredienti e capire il risultato migliore per il mio gusto, in base ala mia esperienza in cucina.
Queste polpette nascono dagli avanzi risultanti dopo la nuovissima ricetta del Tonno ubriaco alla marchigiana, molto apprezzata ma decisamente abbondante come quantità per i pur capienti stomaci della mia famigliola. Compreso l’assaggio abbondante per mia madre.
Ebbene a me non piace sprecare nulla, come vuole la tradizione delle vergare nelle nostre campagne delle Marche. Ho pensato bene di riciclare l’avanzo in modo creativo perché a nessuno piace rivedersi proporre lo stesso piatto del giorno precedente.
Così è nata questa semplice ricetta molto in anti spreco ed in linea con i tempi attuali. Ho frullato il tonno con la sua salsetta e aggiunto parmigiano, pane secco grattugiato, uovo, noce moscata e zenzero fresco grattugiato.
Potete partire anche dal tonno in scatola o da una qualsiasi ricetta di tonno fresco avanzato. Più sotto, se avete tempo e pazienza, vi indico meglio come ho fatto.

polpette di tonno fresco
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gTonno fresco avanzato
  • 1Uovo
  • 1 cucchiaioZenzero fresco (grattugiato)
  • cucchiaiParmigiano grattugiato
  • q.b.Pangrattato
  • 1 pizzicoNoce moscata
  • q.b.Olio di semi di arachide (per friggere)
  • q.b.Farina di riso (per friggere)

Preparazione delle polpette di tonno fresco

Per preparare le Polpette di tonno fresco iniziate a controllare se nel tonno sono presenti spine da eliminare, prima di introdurlo nel robot da cucina.
  1. Polpette di tonno fresco

    Azionate il robot da cucina con le lame per rendere omogeneo il tonno. Quindi aggiungete l’uovo, la noce moscata, lo zenzero grattugiato e gradualmente il parmigiano.

    Controllate la consistenza e in base a questa, se troppo molle, unite un po’ di pangrattato. Trasferite in una ciotola, coprite quindi lasciate a riposare in frigo coperto.

  2. Preparate la padella con l’olio e nel frattempo realizzate delle polpette grandi come un’oliva ascolana, o una noce (circa 4 cm di diametro direi).

    Passate delicatamente sulla farina di riso che avrete messo in un piatto.

    Fate friggere a fiamma media nell’olio bollente girando spesso fino alla doratura omogenea in tutta la polpetta.

    Scolate e lasciate asciugare su carta assorbente e servite immediatamente. Oppure scaldate a fiamma bassa in una padella antiaderente munita di coperchio. In alternativa in forno a 180° per pochi minuti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.