Pizzoccheri tradizionali con la salvia

[banner size=”468X60″]

Pizzoccheri tradizionali con la salvia sono un primo piatto completoricco di verdure e formaggi che ho apprezzato moltissimo.

Sono una specie di tagliatelle fatte con la farina di grano saraceno, più corte e di un certo spessore, con i tipici pezzettini scuri che li rendono ruvidi e al dente. Il condimento tradizionale è quello con patate, verza e formaggio fuso.

pizzoccheri_1

 

Non ricordo esattamente quando ho iniziato a conoscere i Pizzoccheri, un piatto tipico della Valtellina, mentre io sono nata e cresciuta tra Marche e Umbria. Probabilmente sarà stata la cucina macrobiotica e poi sicuramente il viaggio a Tirano dove ho avuto la fortuna di gustare quelli fatti in casa. E’ stato subito amore a prima vista!

A me piace regolarmi a occhio, in base anche ai formaggi che ho disponibili al momento e mi accontento dei sapori nostrani, senza andare a scomodare il formaggio casera o il bitto e tutti i deliziosi formaggi della Valtellina. Però alla fontina è meglio non rinunciare, come pure ad una generosa spolverata di parmigiano.

In più ci aggiungo la salvia abbrustolita nell’olio o nel burro a seconda dei periodi. Ora anche mio figlio apprezza il burro, anche se non se ne rende conto, perché preferisco tacere sulla lista completa degli ingredienti, onde evitare rifiuti drastici in caso di luna storta.

Le quantità fornite nelle ricette mi sembrano comunque eccessive, sarà che già di per sé i pizzoccheri saziano assai, perciò non occorre tanto burro e formaggio, sono comunque buonissimi.

Dai, 500 g di pizzoccheri conditi con 250 g di burro, 500 g di formaggio e 150 g di parmigiano, anche se per 6 persone, non vi sembra un po’ troppo?

Ed ora sono in crisi a darvi la ricetta con le dosi… posso dirvi di regolarvi a seconda dei gusti e un po’ di buon senso, che non guasta mai.

Ingredienti per 3 persone:

  • 250 g di pizzoccheri,
  • 150 g di patate,
  • 150 g di verze,
  • formaggio a pezzetti (fontina, casera, bitto),
  • parmigiano grattugiato,
  • burro,
  • alcune foglie di salvia,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

versare nell’acqua portata a ebollizione le patate tagliate a cubetti e la verza a piccoli pezzi, dopo cinque minuti aggiungete i pizzoccheri e cucinare per 12-15 minuti.

Nel frattempo soffriggete nel burro l’aglio e la salvia spezzettata e preparate il formaggio a pezzetti.

Quindi scolate i pizzoccheri, mescolateli con i formaggi e versateci sopra il burro con aglio e salvia.

pizzoccheri[banner]

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

2 Risposte a “Pizzoccheri tradizionali con la salvia”

  1. Buoni i pizzoccheri anche se quelli originali sono abbondantemente conditi, fin troppo, ma è pur vero che in Valtellina il freddo è tosto e i vecchi mestieri altrettanto ! Ti seguo da poco e da subito mi ha attirato il fatto che sei anconetana e io, anconetana da pochi anni ma bolognese di radici, sono curiosa di imparare la cucina tipica marchigiana. A proposito, io abito in quel di Polverigi e tu? Grazie per avermi accolto in questo spazio e ciao, ciao Erminia

    1. Ciao Erminia, mi fa un enorme piacere conoscerti attraverso il tuo commento e sono felice ti sia trovata a tuo agio in questo mio spazio. Io abito a Candia in collina come te e sono a tua disposizione se hai bisogno di chiarimenti a proposito della cucina marchigiana, a me piace valorizzare le tradizioni e ti confesso che non si finisce mai di imparare!
      Se vuoi vedere le ricette regionali che ho pubblicato, qui a destra trovi la ricerca per categorie, ne ho collezionate 31 fino ad ora. Ciao e a presto Raffaella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.