Parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo

Eccomi a presentarvi l’ultima creazione direttamente dalla mia cucina, come sempre, una parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo, vi spiego subito perché senza perdite di tempo.

Ho fritto le melanzane in olio di arachidi, fatte scolare bene e poi disposte una fetta sopra l’altra pronte da essere servite, appena cotte, senza doverle tagliare.

Parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo - piatto

Le melanzane striate sono per me una novità, nonostante si trovano sul mercato da una decina di anni purtroppo erano sfuggite alla mia attenzione, fino a che, pochissimi giorni fa, un generoso coltivatore ce ne ha donate 3. Mi sono informata e ho trovato che questa varietà è antica ed è stata giustamente recuperata perché ha la buccia sottile, la polpa bianchissima compatta e senza semi, è dolce e particolarmente adatta ad essere fritta perché assorbe pochissimo olio.

Pensate che mi è capitato di leggere un articolo riguardante la melanzana striata proprio sul nuovo numero di settembre di cucina moderna che vi consiglio vivamente. Quando si dice che una cosa è nell’aria… proprio quello che stavo cercando!

Sì mi andava proprio di cimentarmi con la ricetta classica della parmigiana che, se realizzata con delle melanzane adatte e fritte, come indica la ricetta classica delle nostre nonne, è di una bontà ineguagliabile! Avevo anche i pomodori freschi maturi al punto giusto, la mozzarella di bufala, il parmigiano e il basilico. Così ha preso vita questa mia versione di parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo.

Parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo - melanzane striate

Ne è valsa la pena, me ne sono mangiata una porzione abbondante come piatto unico, ho pensato che l’avrei digerita bene, e così è stato.

Da oggi in poi dichiaro solennemente che preparerò tutte le volte che potrò la parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo.

No no non voglio rinunciare alle altre varietà di melanzane, mi piacciono tutte molto e ho già pubblicato alcune mie ricette ben riuscite e che continuo a realizzare:

Parmigiana di melanzane striate classica ma non troppo

Ingredienti per 3/4 persone:

  • 3 melanzane striate (le mie erano 590 g)
  • 250 g di pomodori maturi
  • 200 g di mozzarella di bufala
  • 80 g circa di parmigiano grattugiato
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • alcune foglie di basilico
  • olio di arachidi per friggere
  • farina q.b.
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.

Preparazione:

Tritate lo scalogno e far rosolare con poco olio e uno spicchio d’aglio. Togliete l’aglio e aggiungete i pomodori privati della buccia e tagliati a cubetti. Fate cucinare a fuoco moderato per circa dieci minuti, o fino a quando il sugo si sarà rappreso. Salate, pepate e aggiungete le foglie di basilico tritate grossolanamente.

Pulite le melanzane e tagliatele a fettine sottili (circa 1 cm di spessore) infarinatele e friggetele in abbondante olio. Scolate, asciugate bene con carta assorbente e salate leggermente.

Tagliate a fettine la mozzarella e lasciatela scolare per circa 10 minuti.

parmigiana_da_cuocere

Disporre in una pirofila ricoperta di carta forno un po’ di salsa di pomodoro sul fondo e poi le fette di melanzana una vicina all’altra. Sopra ogni fetta distribuire una fetta di mozzarella poi di nuovo una fetta di melanzana. Condire con il sugo di pomodoro e il parmigiano. Coprire ancora con la melanzana quindi la mozzarella. Infine ancora la melanzana con il pomodoro e il parmigiano. Per riassumere, come vedete nella foto di fianco, praticamente ho fatto 12 porzioni e 4 strati di fette di melanzane, farciti alternando mozzarella e sugo di pomodoro e parmigiano.

Cucinare a 180° per circa 20 minuti. Servire subito.

parmigiana_pronta

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.