Mistrà dalle Marche

Il Mistrà dalle Marche è un liquore della tradizione marchigiana ottenuto per distillazione di alcol di vino e aromatizzato tramite l’infusione di semi di anice. E’ conosciuto soprattutto come correttivo del caffè, ma è anche un efficace digestivo non amaro, inoltre aggiunto all’acqua fredda, è un ottimo dissetante o anche un aperitivo.

mistra_bicchiere_azzurro_OK

 

Se, come me amate l’anice dovete assolutamente prepararlo. Questa ricetta, che io ho appena sperimentato, risulta un po’ troppo dolce per i miei gusti, proverò sicuramente a correggerla, diminuendo la quantità di zucchero, per rendere il liquore più secco e magari togliendo la buccia d’arancia. Ma mi sto rendendo conto che sarebbe meglio fare una grappa aromatizzata all’anice… vi farò sapere se e come mi riuscirà.

Ingredienti: 

  • un litro di alcol a 90°,
  • 50 grammi di anice,
  • 10 grammi di semi di finocchio selvatico,
  • 30 grammi di coriandolo,
  • 2 scorze di arance, 1
  • 20 decilitri d’acqua,
  • 500 g di zucchero

Preparazione: mettere i semi di anice, di finocchio selvatico e di coriandolo in infusione nell’alcool in un recipiente a chiusura ermetica. Agitare e chiudere. Lasciare a macerare per una decina di giorni.

Trascorso questo tempo preparare lo sciroppo: portare a bollore, a fiamma bassa, l’acqua e lo zucchero per cinque minuti. Spegnere e lasciare raffreddare.

Filtrare il macerato, unirlo allo sciroppo freddo mescolando per amalgamare il tutto. Lasciare riposare per un paio di giorni, prima di filtrarlo ancora e quindi imbottigliarlo.

mistra_infusione

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.