Crema di cipolle dorate con crostini

La Crema di cipolle dorate con crostini è morbida e calda un vero e proprio confort food che ci coccola con gusto.

L’ho appena sperimentata per presentarvela e appuntare la ricetta per non perderla. Mi ci sono imbattuta per caso (ma il caso non esiste) così mi sono procurata le cipolle dorate, alloro, salvia e pancetta affumicata, pane casereccio e un simil pecorino romano.

Mi scuso con i romani, ma è così bello potersi esprimere liberamente utilizzando ingredienti genuini, ricevuti in dono tanto generosamente e direttamente dal produttore pugliese!
Si tratta di un formaggio di capra stagionato adatto da grattugiare sulla pasta oppure da gustare a scagliette magari come sfizioso antipasto.

In famiglia non siamo abituati ai sapori così sapidi e pungenti, per questo ho gradito molto la ricetta della Crema di cipolle dorate con crostini.

Il mio istinto ancora una volta ha funzionato e il piatto è risultato molto gradito sia al mio palato che a quello di entrambi gli assaggiatori in casa: figlio e marito compreso!

Crema di cipolle dorate con crostini
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni3-4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Mi sono voluta documentare sul nome più indicato da dare a questo piatto, zuppa non mi sembrava corretto, visto che la cipolla viene poi frullata.

La zuppa contiene poco liquido e si versa, in genere, sopra la fetta di pane, un esempio la mia Zuppa di ceci facile o la tipica zuppa toscana con i cavoli neri che io però ho chiamato Minestrone col cavolo nero.

In effetti minestrone sarebbe una via di mezzo tra zuppa e minestra: mentre la minestra contiene, oltre alle verdure, la pasta o i cereali come il riso, l’orzo, il farro, ecc. nel minestrone sono presenti anche le patate e i legumi vedi il mio Minestrone di miglio con piselli e levistico.

Vellutata poi mi è sembrato troppo sofisticato, di solito è composta da 2 o 3 tipi di verdure tra cui la patata e a fine cottura si può aggiungere la panna da cucina o anche no come nella Vellutata di topinambur con briciole croccanti e sesamo.

Passato è di un insieme di verdure che a fine cottura si passa nel passaverdure piuttosto che frullare come il mio Passato di zucca.

Ecco che infine crema è il termine corretto con un solo ingrediente principale frullato e legato con della farina o magari amido di mais per addensare leggermente il liquido.

Per quanto riguarda il formaggio, ognuno può regolare a suo piacimento la quantità e magari mescolare il formaggio stagionato di capra (o il pecorino romano) al parmigiano o grana, secondo le preferenze, per rendere il sapore più gradevole.
  • 600 gcipolle dorate
  • 1 fogliaalloro
  • 3 fogliesalvia
  • 60 gpancetta affumicata
  • 40 gfarina
  • 1.5 lbrodo vegetale
  • 75 gpecorino romano
  • 6 fettepane casereccio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Strumenti

  • Frullatore a immersione
  • Tostapane

Preparazione della Crema di cipolle dorate con crostini

Se vuoi evitare le lacrime quando affetti le cipolle puoi provare a dividerle a metà e metterle in ammollo in acqua fredda per 15 minuti… io me ne dimentico sempre e piango!
  1. Preparate il brodo vegetale (o in alternativa usate un dado).

    Io per ottenere circa 1,5 litri di brodo faccio bollire una carota, una cipolla e una costa di sedano in 2 litri di acqua per circa 20 minuti, fino a quando le verdure risultano ben cotte.

    Sbucciate e poi affettate le cipolle quindi lasciatele appassire a fiamma media in poco olio.

    Unite 30 g di pancetta, l’alloro e la salvia e fate rosolare pochi minuti.

    Ricoprite con il brodo vegetale e salate quanto serve.

    Fate cucinare per circa 25 minuti poi, dopo aver eliminato la foglia di alloro, frullate bene con il mixer ad immersione.

    Unite la farina facendo attenzione a non far formare i grumi e mescolate a fiamma dolce per pochi minuti fino a far addensare.

    Unite una parte di pecorino romano e mescolate.

    Abbrustolite le fette di pane nel tostapane e la pancetta in una padella antiaderente.

    Componete i piatti o le ciotole in terracotta per mantenere meglio il calore: versate la crema e sopra il pane tostato, il pecorino, i cubetti di pancetta e un filo d’olio.

    All’occorrenza, se usate le coccotte in terracotta che possono andare in forno, potete tenerle al caldo con il forno basso.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.