Causa rellena per finger food

causa rellena per finger food

 

La causa rellena per finger food è un piatto da preparare per un aperitivo o un antipasto sfizioso. E’ anche molto nutriente, quindi può tranquillamente essere servito come secondo piatto, accompagnato da una fresca insalata, a me piace molto con i pomodori, per dare anche un bel tocco di colore alla vista.

La causa rellena dovreste conoscerla già, se siete soliti frequentare questo blog, altrimenti vi indico le versioni che preparo io:

Causa rellena: tortino freddo di patate e tonno con dragoncello (il mio classico)

Causa rellena versione 2013 (una versione con verdure sott’olio e pomodori)

La causa rellena è un piatto della tradizione peruviana che risale all’epoca precolombiana, il nome deriva da kausai  che significa “Sostento necessario, alimento” o “Quello che alimenta“.

Ne esistono molte varianti ma per il momento io continuo a preparare questa che mi soddisfa completamente, anche se prima o poi proverò a sostituire il tonno con il petto di pollo. Intanto mi è piaciuto molto cambiare la presentazione e trovare nuove forme per portarla in tavola.

La causa rellena per finger food è nata in occasione dell’evento Aromi da gustare e per decorare perché volevo proporre questo piatto facendolo assaggiare in mono porzioni già pronte da offrire per un aperitivo.

Mi sono divertita a provare palline o polpette ripiene e strati rotondi sovrapposti di purè di patate farciti con la salsa di tonno. Ma la forma può anche essere quadrata o triangolare…

Ricetta causa rellena per finger food

Ingredienti per 8 persone:

  • 1 kg di patate,
  • 240 g circa di tonno sott’olio,
  • 70 g di olive verdi denocciolate,
  • 1 cipolla,
  • 1 uovo sodo,
  • 2 cucchiai di maionese,
  • il succo di 1 limone,
  • 1 ciuffo di dragoncello,
  • 1 ciuffo di prezzemolo,
  • sale q.b.,
  • pepe bianco q.b.

Preparazione:

cuocere le patate al vapore (io le faccio a pezzettoni e le metto nell’apposito cestello nella pentola) e schiacciarle ancora calde.

Sgocciolare il tonno dall’olio di conservazione e mescolarci la maionese, il succo di limone e la cipolla tritata finemente.

Tritare, dragoncello e prezzemolo e unire il tutto alle patate, insieme a metà del succo del limone, sale e pepe.

Preparare l’uovo sodo facendolo bollire in un tegamino per 7 minuti, togliere il guscio e fare a rondelle con l’apposito strumento.

Foderare uno stampo (io ho usato un contenitore di vetro munito di coperchio) con la pellicola.

Compattare il purè di patate in un coppapasta (io ne ho usato due misure diverse ø 5 e 7 cm). Farcire con il preparato di tonno, le olive tagliate a rondelle e l’uovo sodo. A questo punto chiudere la preparazione con un altro strato di purè, premere bene con le dita, togliere dal coppapasta e sistemare nel contenitore.

Per le polpette formare con le mani una pallina della grandezza desiderata, quindi inserire con un cucchiaino la farcitura e richiudere delicatamente.

Mettere in frigo per almeno 30 minuti.

Sformare la preparazione e decorare con maionese e ciuffi di dragoncello e prezzemolo.

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.