Carciofi sott’olio facili facili

carciofini_sott'olio

I carciofi sott’olio sono una prelibatezza da preparare in casa, conservare e sfoggiare  con orgoglio come antipasto o contorno quando abbiamo ospiti. Per una volta sono in anticipo sui tempi, i primi carciofi stanno comparendo solo ora nei mercati, ma io aspetto, come ogni anno, che arrivino a maturazione quelli dell’orto di mia mamma, più o meno a fine aprile. Mi sto preparando  seriamente all’idea di farne qualche barattolo e allora mi sono messa a ad assaggiare criticamente i carciofi ricevuti in dono e a studiare la ricetta che prepara mia mamma.

In passato con mio padre ne preparavano molti barattoli e riuscivano a rifornire noi tre figlie e le nostre rispettive famiglie. E’ anche per questo motivo che io non mi sono mai preoccupata di conoscere la ricetta nei dettagli. Facevano bollire i carciofi in una miscela di aceto e vino con un po’ di sale, poi li facevano scolare per giorni. Era un’operazione molto laboriosa (mio padre aveva costruito appositamente delle strutture in legno con retine). Infine venivano messi nei barattoli sterilizzati e ricoperti di olio.

La ricetta che vi propongo oggi è facile e veloce perché i carciofi si fanno bollire con vino, aceto e olio e si mettono direttamente nei barattoli, saltando la fase di asciugatura. Meglio di così!

Conviene utilizzare i carciofi di piccole dimensioni, più teneri, oppure dividere a metà o in quarti quelli più grandi.

Un consiglio importante: potete assaggiare la miscela di vino e aceto e decidere se diluire con più vino se preferite così. Inoltre al momento di servirli, se preferite sentire meno il sapore di aceto, potete scolarli e strizzarli delicatamente, quindi condirli con olio evo.

Ingredienti per 25 carciofi:

  • 1 limone,
  • 1 bicchiere di vino,
  • 1/2 bicchiere di aceto,
  • olio e sale q.b.

carciofi_acqua

Preparazione: pulire i carciofi eliminando le foglie dure e i gambi, spuntare le punte per lasciare il cuore più tenero. Immergere in acqua acidulata con il succo di limone. Nel frattempo mettere a bollire il vino, l’aceto e l’olio che copra i carciofini, salare e versare i carciofini. Cuocere per dieci minuti circa e mettere subito nei barattoli a chiusura ermetica. Capovolgere per almeno cinque minuti.

Visita la pagina Facebook Ricette di Campagna e segui le mie ricette cliccando “mi piace” !

Puoi seguirmi anche su TwitterPinterest e Google+!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

2 Risposte a “Carciofi sott’olio facili facili”

  1. ciao, ho letto la tua ricetta su i carciofini sott’olio e, mi è piaciuta molto. Sono un’amante dei carciofi in qualunque maniera siano fatti. Siccome io faccio (come sto facendo ora) i carciofini sott’olio, leggendo la tua ricetta mi è sorto un dubbio: ma facendoli così. con il botulino come la mettiamo?? Io sono molto accorta quando li faccio perchè ho molta paura. Ti ringrazio e, in attesa di una tua risposta,ti saluto. Ps.. Il tuo sito è molto interssante, complimenti.

    1. Grazie Carla! Il botulino non è un problema se si seguono le solite norme igieniche. Sterilizzando i barattoli di vetro facendoli bollire in acqua. Puoi guardare nel sito di Giallo Zafferano c’è un video con tutte le regole: http://ricette.giallozafferano.it/Come-sterilizzare-i-vasetti.html
      Ma soprattutto non si utilizza l’acqua per la bollitura e l’aceto con il sale aiutano a sconfiggere l’eventuale presenza delle spore del batterio. Per evitare ogni rischio dovresti consumarli senza conservarli! Io li ho sempre mangiati senza problemi… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.