Crea sito

Strudel di mele annurca caramellate

Lo Strudel di mele annurca caramellate, un dolce delicatissimo, semplice da fare e che conserva il gusto della mela, aromatizzata con la cannella in polvere, il miele millefiori, la buccia del limone grattugiata, il succo di mirtillo, e la vaniglia in polvere.


La regina però di questo semplice Strudel è la mela annurca, col suo sapore delicato e diverso da tutte le altre mele. Buonissima anche cotta, questa mela dona al nostro Strudel di mele annurca caramellate quel tocco di raffinatezza che solo un frutto così saporito può donare. La mela annurca è la “regina delle mele”, originaria del sud, precisamente della Campania, dove le coltivazioni si concentrano in modo particolare nel napoletano, casertano e beneventano. E’ croccante, succosa e molto profumata, con un sapore molto aromatico, che cambia a seconda delle varietà.


E’ ricca di vitamine: A, B, C e PP, acido malico, acido ossalico, anche minerali, come il potassio, il calcio, il magnesio, il manganese, il ferro e il  fosforo, è povera di sodio . Contiene anche molte fibre, tra cui le pectine, nella buccia, inoltre la mela annurca contiene anche  carboidrati, di cui il 10% di zuccheri, ma è povera di lipidi e proteine. Anche se la mela annurca è un frutto molto dolce, l’apporto calorico è molto ridotto, infatti 100 grammi di mele annurca forniscono solo 40 Kcal.


Il merito per cui le mele annurche sono da ritenersi speciali è da attribuire alle procianidine, un gruppo di polifenoli che le mele producono per difendersi dai parassiti.

Le mele annurca sono particolarmente ricche di prociadine, che rendono la mela annurca un alleato naturale contro il colesterolo.

Ora vediamo come fare lo Strudel di mele annurca caramellate.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 rotoloPasta Sfoglia

Per le mele annurca caramellate

  • 1 kgMele annurca
  • 1succo di frutta al mirtillo
  • 4 cucchiaiZucchero di canna
  • 1 cucchiaioMiele millefiori
  • 1 cucchiaioCannella in polvere
  • 1Scorza di limone (Biologico)

Preparazione

  1. Procuratevi mezzo chilo di mele annurca; lavatele bene, spaccatele a metà e poi a spicchi, senza sbucciarle. Togliere il torzolo e il picciolo. Metterle in una bella pentola larga.

  2. Posizionare la pentola con le mele sul gas, iniziare a cuocere, a fuoco moderato, aggiungere un bicchiere d’acqua; unire il succo di frutta al mirtillo. Lasciar cuocere lentamente, coprite con il coperchio.

  3. Dopo circa 10 minuti dall’inizio del bollore, mescolare con un cucchiaio di legno. Aggiungere la buccia del limone grattugiata, lo zucchero e il miele. Cuocere le mele sempre a fuoco moderato, facendo attenzione che non si asciughino troppo, altrimenti aggiungere poca acqua.

  4. Dopo circa venti minuti dall’inizio della cottura, le mele si saranno scurite, ma non bruciate, e avranno un bel colore caramellato.

  5. A fine cottura, dopo circa trenta minuti, le mele annurca si saranno ben caramellate, potete aggiungere la cannella in polvere e la vaniglia.

  6. Le mele annurca così caramellate potranno essere consumate anche in questo modo, semplicemente come un dolce al cucchiaio. Noi le useremo come ripieno per il nostro Strudel alle mele annurca caramellate.

  7. Queste mele caramellate prima di essere usate per il ripieno dello strudel, dovranno raffreddare e poi essere messe nel mixer ed essere ridotte in poltiglia.

  8. Aprire il rotolo di pasta sfoglia e allungarlo leggermente con il matterello. Spalmate sulla superficie della pasta la polpa delle mele annurca caramellate.

  9. Richiudere la pasta su se stessa, arrotolandola; metterla in una teglia, sul cui fondo avrete messo un foglio di carta forno.

  10. Infornare a 200° per 35 minuti. Lasciare nel forno spento, a fine cottura, finchè il dolce si sarà freddato.

Note

Provate anche  Lo Strudel di cachi, molto buono; oppure la Crosta alle mele grigliata, anche questo un dolce molto particolare sempre a base di mele.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.