Crea sito

Spaghetti al Ragù di Funghi in terracotta

Cucinare nella terracotta un bel piatto di “Spaghetti al ragù di Funghi in terracotta”, è una abitudine che non voglio assolutamente perdere.
La cucina naturale nella terracotta offre molti vantaggi, soprattutto la scoperta di sapori perduti in cotture troppo approssimative e veloci,
a volte in pentole di materiale poco idoneo e per lo più anche dannosi alla salute.
Riscopriamo insieme la possibilità di cucinare sano e con grande facilità, conservando i sapori dei cibi.
Proviamo a cucinare nella terracotta per questo ragù semplicissimo, con il quale poi condiremo i nostri spaghetti.

spaghetti al ragù in terracotta
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 porzioni
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gSpaghetti
  • 150 gPomodoro a pezzettoni
  • 100 gProsciutto cotto (a dadini)
  • 150 gFunghi champignon (o funghi di bosco)
  • 2 cucchiaiParmigiano grattugiato
  • q.b.Olio extravergine di Oliva e Sale

Preparazione degli Spaghetti al ragù di funghi in terracotta

  1. Spaghetti al ragù in terracotta

    Prendete il vostro pentolino di terracotta e usatelo per il vostro semplicissimo ragù ai funghi e prosciutto cotto. Se è la prima volta che usate questo pentolino dovrete avere delle accortezze particolari che andrete a vedere sulla pagina alla quale vi ho indirizzato all’inizio di questa Ricetta.

  2. Sul fondo del pentolino di coccio mettete un filo d'olio di oliva extravergine, il prosciutto cotto a dadini e accendete il gas, iniziate a cuocere molto lentamente.

    Sul fondo del pentolino di coccio mettete un filo d’olio di oliva extravergine, il prosciutto cotto a dadini e accendete il gas, iniziate a cuocere molto lentamente.

  3. Unite anche i funghi, che avrete pulito e tagliato a pezzettini.
    Se siete dei ricercatori di funghi come me potrete usare i funghi che avrete raccolto, meglio se sono i porcini.
    Io ho usato un tipo di funghi che ho trovato qui dalle nostre parti, ma non sono porcini, sono carpinelli.

  4. Li ho raccolti e cucinati, poi li ho congelati per poterli utilizzare nei periodi in cui questo tipo di fungo non si trova ancora.
    Nella pagina dedicata a Come congelare i funghi vi spiego anche il modo che uso sia per cucinare i funghi prima di congelarli, che il modo da usare per utilizzarli scongelandoli.


  5. La salsa di pomodoro dopo venti minuti va spenta, e lasciata riposare mentre cuociamo la pasta. Non dimenticate che il ragù continuerà a cuocere ancora per qualche minuto nel pentolino di terracotta che rimarrà ancora caldo per un po.

  6. Avrei preferito usare i porcini ma non sono riuscita a trovarli, aspetto con ansia l’invito di qualche nostro amico ricercatore di funghi per andare insieme a raccoglierli. Chissà se ci sarà qualcuno che mi darà la possibilità di assaggiare questa prelibatezza!!

  7. Sia i funghi sminuzzati che il prosciutto cotto dovranno cuocere nel pentolino di coccio molto lentamente. Quando saranno cotti i funghi potrete aggiungere il pomodoro a pezzettoni, salate e cuocete per almeno venti minuti.

  8. Per far si che il pomodoro risulti meno acido mia nonna usava aggiungere due cucchiai di latte, se volete potete farlo anche voi. Ottimo il risultato e il ragù risulta molto più cremoso e si attacca meglio alla pasta.

  9. Cuocete gli spaghetti, potete usare anche quelli integrali come ho fatto io.
    A cottura ultimata condite gli spaghetti con il ragù e con il parmigiano grattugiato e fate i piatti, servite in tavola. Avrete un piatto di spaghetti dal profumo unico e inconfondibile.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.