Crea sito

I funghi sott’olio

I funghi sott’olio sono un metodo molto semplice per conservarli, per questo ve lo voglio suggerire.

I funghi si possono conservare in vari modi: si possono congelare, sia in salsa già pronta per la bruschetta, sia interi, sempre cucinati e pronti per un buon sugo o per un contorno.

Questa volta facciamo i funghi sott’olio;

sono i funghi che ho raccolto nei boschi, le morette, ma con lo stesso procedimento farò anche i pineroli e i pioppini.

Vediamo come ho proceduto nella preparazione.

La prima cosa da fare è pulire bene i funghi che si vogliono conservare sott’olio. Le morette non hanno bisogno di particolari accorgimenti, sono facili da pulire, non è necessario togliere la cuticola. Cosa invece che si deve fare anche per altri funghi, anche i funghi champignons, coltivati, devono essere liberati della cuticola che ricopre il cappello, questo perchè ha una leggera tossicità, che può causare disturbi intestinali. Per fare i funghi sott’olio è importante scegliere i funghetti più piccoli, ben carnosi, possibilmente con il cappello chiuso.

Oltre che sott’olio i funghi si possono conservare anche congelati, ma opportunamente cucinati e preparati;

vi insegnerò anche a congelare i Funghi senza rischiare di perdere il loro sapore originale e soprattutto rispettando tutte le regole sanitarie per non incorrere in problemi.

Melanzane in agrodolce
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 4/5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Funghi 400 g
  • Acqua 1,50 l
  • Aceto 0,50 l
  • Sale q.b.
  • Pepe in grani q.b.
  • Aglio q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

  1. funghi: come conservarli

    Mettere a bollire, in una bella pentola alta, capiente, un litro e mezzo d’acqua, mezzo litro di aceto bianco e un pizzico di sale.

  2. Appena inizia a bollire mettere i funghi nell’acqua e aceto, farli bollire per 4 o 5 minuti, avendo cura di mescolare i funghi che rimangono in superficie.

  3. Con una schiumarola scolare i funghi, senza scolarli direttamente nello scola verdure. In un vassoio bello largo adagiare un canovaccio, sopra al quale dovrete mettere i funghi a scolare.

  4. Lasciare i funghi a scolare per due ore circa, potete lasciarli anche di più, avendo cura di girarli su se stessi, e di cambiare il panno sotto, se vi sembra troppo imbevuto d’acqua.

  5. Prendete i vasetti di vetro e metteteci sul fondo poco olio extravergine di oliva e qualche grano di pepe. Mettete i funghetti nei vasi, pressandoli con una forchetta, e aggiungere ogni tanto qualche filo d’olio, in modo che riempa bene tutti gli spazi tra i funghi.

  6. Fate attenzione che nessuno spazio rimanga senza olio, aiutatevi sempre con la forchetta in questa operazione. Non dimenticate di aggiungere i grani di pepe, di tanto in tanto.

  7. Riempite bene i vasetti con i funghi ben pressati, e coprite bene con l’olio, in modo che nessuna parte dei funghi rimanga scoperta.

  8. Chiudere bene i vasetti con i loro coperchi ermetici. Mettete su ogni vasetto la data e il nome dei funghi.

Note

Vi suggerisco alcune ricette a base di funghi: Frittata ai carpinelli, Moccolotti arrosto, Gnocchi ai funghi di bosco.

/ 5
Grazie per aver votato!