Pasta e fagioli

Questo piatto, i crauti, le polpettine con la salsa di pomodoro sono piatti dei ricordi, me li faceva mia nonna Antonietta quando eravamo in campagna in un bellissimo paesino nel verde della Val Trebbia. Questa è una ricetta semplice ma si assapora al massimo il gusto dei fagioli borlotti normali o addirittura fatta con gli zolfini. In questo caso è stata fatta con i fagioli appena colti dall’orto, ma è buona egualmente quando non è più stagione con i fagioli secchi precedentemente ammollati.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFagioli borlotti
  • 2Patate
  • 200 gPasta maltagliati di grano duro
  • 1 cucchiaioCipolla tritata grossolanamente
  • 1 fogliaAlloro
  • 2 ciuffiRosmarino tritato
  • 2 fettePancetta tritata
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • 1 pizzicoPepe nero macinato al momento

Strumenti

  • Pentola di terracotta
  • Frullatore a immersione

Preparazione

  1. Sgranare i fagioli e porli nella pentola di terracotta, con la cipolla tritata, le patate mondate e tagliate a pezzi, una foglia di alloro, aggiungere l’acqua necessaria per fare la minestra, un poco di sale, mettere il coperchio e fare cuocere, piano piano sino a quando i fagioli e le patate saranno cotti. Con il mestolo forato togliere un poco di fagioli e tenerli in attesa. Togliere l’alloro. passare con il passaverdura se si è delicati di intestino altrimenti frullare bene con il mixer. Regolare la densità della minestra, eventualmente aggiungere un poco di acqua se fosse troppo densa, unire i fagioli tenuti da parte, portare a bollore, calare la pasta e mescolando spesso a fuoco dolce, qualche minuto prima di togliere dal fuoco aggiungervi il trito di rosmarino e pancetta, mescolare, regolare di sale, dare un giro di olio e dopo qualche minuto servire. Parmigiano grattugiato e pepe nero macinato al momento a piacere.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Torta di zucca di Murta Successivo Pasta con il pesto di aglio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.