Crea sito

Il mio dado vegetale

Il motivo principale dei pericoli del dado comperato è la presenza del glutammato che non viene tollerato facilmente dal corpo umano, il glutammato viene usato dalle industrie alimentari come esaltatore di sapidità per i prodotti conservati, come negli insaccati, nelle salse, nei salumi e nei surgelati. Il consumo spropositato di glutammato influenza in modo negativo l’appetito e il metabolismo favorendo il diabete, l’ipertensione e l’obesità. Mi ricordo anni addietro mia nonna, la mia mamma e sino a qualche anno fa, anche io, il dado Star o Knor se non lo si infilava da qualche parte non eravamo contente. Io ho fatto fatica a imparare a sentire il vero gusto dei cibi, inizialmente li sentivo insapori poi piano, piano le papille gustative sono risuscitate! Nonostante ciò a volte serve un dado casalingo per una minestrina veloce o per dare più forza a determinate pietanze, quindi mi sono arrangiata leggendo e provando questo e quello sino a quando ho trovato le dosi giuste nella pagina della “casa di Benedetta” e invece il tipo di ingredienti sono di mio gusto.

Sponsorizzato da https://blog.giallozafferano.it/ricettariodimariber/il-mio-dado-vegetale/

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gCarote, sedano, zucchini, aglio, cipolle, porro
  • q.b.Un trito di rosmarino e prezzemolo
  • q.b.Aromi a piacere o a scelta come maggiorana, origano, alloro, timo alloro
  • 150 gSale fino
  • q.b.Olio extravergine d’oliva

Preparazione

Mondare, lavare e sgocciolare bene tutti gli ingredienti. Tritare rosmarino e prezzemolo, aggiungervi un nonnulla di aromi come la maggiorana, l’origano, pochissimo timo e una foglia di alloro e tenerli in attesa. Tagliare gli zucchini per il lungo e poi in una piccola dadolata , lo stesso per il sedano, le carote, l’aglio, le cipolle e il porro. Quando tutto sarà tagliato trasferirlo in una larga padella antiaderente, con la foglia di alloro che poi si eliminerà, con sotto un giro di olio evo e a fuoco dolce fare cuocere il tutto per una decina di minuti, tenendolo mescolato, per lo meno fino a quando la verdura si è un poco ammorbidita, unire il sale, il trito di prezzemolo, rosmarino e gli aromi e continuare mescolando sino a quando il sale si sarà ben incorporato nel trito, e tutto sarà diventato una massa morbida, togliere l’alloro e a questo punto si versa il tutto nel frullino e si trita fine. Versare nuovamente il tutto nella padella antiaderente e mescolando fare asciugare il tutto per almeno 5 minuti poi distenderlo sopra della carta forno, livellarlo con un cucchiaio, formare una specie di rettangolo alto mezzo centimetro e metterlo nel congelatore. Quando si sarà indurito tagliarlo della dimensione che più aggrada e riporre i cubetti in un contenitore con sotto della carta cucina, chiudere ermeticamente e porlo nel congelatore in attesa del bisogno. Io ho tagliato dei cubetti piccoli perchè subito ho assaggiato e mi pareva molto salato, allora ho fatto dei cubetti piccoli credendo di aver sbagliato, invece passando le ore nel congelatore è diventato perfetto anzi a volte debbo metterne 2 cubettini.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.