Crea sito

Riso rosso con fave fresche e cipolle

Il riso rosso con fave fresche e cipolle è un primo piatto vegetariano, anzi vegano, perfetto gustato sia caldo che freddo come fosse un’insalata di riso.
Può essere considerato, all’occorrenza, anche un piatto unico dato che contiene sia i carboidrati del riso che le proteine delle fave.
Gli ingredienti sono pochi, ma il gusto e il colore sono assicurati.
Le cipolle sono presenti in due varietà e due consistenze.
La cipolla dorata costituisce il soffritto, assieme alla carota, per donare un tocco di dolcezza, mentre la cipolla rossa, aggiunta a crudo, regala croccantezza e il suo sapore deciso.
Il riso rosso, solitamente venduto integrale o semi integrale, rimane sempre al dente e la sua consistenza è perfetta per ricette in cui viene saltato con il condimento oppure per le insalate.
Difficilmente, invece potremo usarlo per un risotto, dato che è pressoché impossibile ottenere una mantecatura degna di questo nome.
Allora largo a piatti ricchi di colore, verdure e erbe aromatiche a base di questo riso così particolare e saporito.

Riso rosso con fave fresche e cipolle
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
559,30 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 559,30 (Kcal)
  • Carboidrati 113,09 (g) di cui Zuccheri 3,49 (g)
  • Proteine 21,77 (g)
  • Grassi 3,32 (g) di cui saturi 0,36 (g)di cui insaturi 0,04 (g)
  • Fibre 15,16 (g)
  • Sodio 212,55 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 250 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 300 griso rosso
  • 300 gfave (fresche, sgusciate)
  • Mezzacipolla dorata
  • Mezzacipolla rossa
  • 1carota
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • basilico (qualche foglia)

Preparazione

  1. Sgusciare circa 900 grammi di baccelli di fave in modo da ricavare i 300 grammi di semi necessari per questa ricetta.

    Con un coltello eliminare il peduncolo con cui le fave sono attaccate al loro baccello e togliere loro la pellicina esterna per renderle più digeribili.

    Se le fave sono abbastanza piccole e tenere può essere non indispensabile.

    Sciacquarle in acqua fresca e scolarle.

    Sbucciare e tritare la mezza cipolla dorata.

    Pelare la carota e tagliarla a cubetti piuttosto piccoli.

  1. Scaldare un goccio di olio extravergine di oliva in una padella e farvi rosolare la cipolla e la carota a fiamma moderata.

    Aggiungere le fave fresche e farle insaporire alcuni istanti.

    Salare, pepare e versare qualche cucchiaio di acqua.

    Fare cuocere a pentola coperta, a fiamma moderata, per una decina di minuti, poi spegnere il fornello e tenere in caldo.

    Nel frattempo cuocere il riso rosso in acqua bollente leggermente salata.

    Per i tempi di cottura seguire le istruzioni riportate sulla confezione.

    Essendo il riso rosso integrale probabilmente avrà bisogno di una cottura piuttosto lunga.

  1. Riso rosso con fave fresche e cipolle

    Scolarlo e versarlo nella padella con il condimento, avendo cura di tenere da parte un po’ dell’acqua di cottura.

    Farlo saltare a fiamma vivace uno o due minuti aggiungendo poca acqua di cottura all’occorrenza.

    Spegnere il fornello e aggiungere alcune foglie di basilico spezzettate con le mani.

    Servire decorando con la cipolla rossa tagliata a fettine sottili.

  2. Riso rosso con fave fresche e cipolle

I consigli di Dany

Il riso rosso con fave fresche e cipolle può essere gustato sia caldo che freddo.

Possiamo infatti prepararlo in anticipo e gustarlo a temperatura ambiente come fosse un’insalata di riso.

Se non amate molto il sapore forte della cipolla potete lasciarla a bagno in acqua fresca dopo averla tagliata a fettine. Più rimarrà a bagno più perderà il suo sapore acre. Di solito basta mezz’ora.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.