Indivia belga al forno gratinata

L’indivia belga al forno gratinata è un contorno davvero semplice da preparare, ma allo stesso tempo molto sfizioso e gustoso.
Si prepara in pochi minuti perché l’indivia cuoce direttamente in forno con la sua panure aromatizzata con nocciole, aglio e timo.
La verdura cuocerà rimanendo leggermente soda e consistente mentre il pane con gli altri ingredienti formeranno una crosticina molto golosa e dorata.
L’indivia belga, come dice il suo nome, è originaria del Belgio ed è nota anche come cicoria Witloof.
Come tutte le cicorie anche questa possiede un caratteristico sapore leggermente amaro che però è molto gradevole.
Può essere consumata sia cruda che cotta.
Pulirla è semplicissimo dato che gli scarti sono ridotti davvero al minimo.
Sarà sufficiente tagliare pochi millimetri della parte terminale, poi dividerla a metà o in quarti e sciacquarla con cura in acqua fresca.
Se vi piacciono le verdure dal gusto lievemente amarognolo amerete anche questo contorno a base di indivia belga.

Indivia belga al forno gratinata
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana
155,98 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 155,98 (Kcal)
  • Carboidrati 14,60 (g) di cui Zuccheri 0,63 (g)
  • Proteine 6,07 (g)
  • Grassi 8,92 (g) di cui saturi 2,11 (g)di cui insaturi 3,96 (g)
  • Fibre 4,88 (g)
  • Sodio 349,76 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 135 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 500 gindivia belga
  • 50 gpane bianco
  • 15 gpecorino romano
  • 15 gparmigiano Reggiano DOP
  • 25 gnocciole intere
  • 1 spicchioaglio
  • 1 mazzettotimo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Come preparare l’indivia belga gratinata al forno

  1. Eliminare le foglie esterne dell’indivia solo se sono rovinate o appassite.

    Se abbiamo acquistato un ortaggio fresco ciò non sarà necessario.

    Tagliare pochi millimetri alla base poi dividere i cespi in due parti o in quattro spicchi a seconda della loro grandezza.

    Lavare l’insalata in acqua fresca per eliminare eventuali impurità, poi farla sgocciolare bene.

  1. Posizionare l’indivia belga su di una teglia ricoperta di carta forno.

    Tritare il pane bianco con un mixer per ottenere delle briciole piuttosto minute.

    Tritare anche le nocciole senza però farle diventare troppo fini.

    Mettere il pane e le nocciole in una ciotola, aggiungere uno spicchio d’aglio tritato finemente, il pecorino con il Parmigiano grattugiati e le foglioline di un rametto di timo.

  1. Indivia belga al forno gratinata

    Aggiungere anche un cucchiaio d’olio extravergine di oliva, un po’ di pepe macinato al momento e mescolare bene.

    Condire con sale e pepe l’indivia belga posta nella teglia poi cospargerla con il pane aromatizzato.

    Irrorare con un filo d’olio extravergine di oliva e cuocere in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 20 minuti o comunque fino a quando si sarà formata una deliziosa crosticina e la verdura sarà cotta.

    Estrarre la teglia dal forno, fare intiepidire leggermente poi servire l’indivia belga gratinata al forno.

  2. Indivia belga al forno gratinata

I consigli di Dany

L’indivia belga al forno gratinata è più buona se consumata appena fatta. È tuttavia possibile conservarla in frigorifero per due o tre giorni al massimo.

Per la panatura io ho usato del pane bianco da tramezzini, ma può andar bene anche del pancarrè o delle fette di pan bauletto private della crosta.

Possiamo sostituire il timo con altre erbe aromatiche come ad esempio prezzemolo o origano.

Possiamo anche usare delle mandorle o altra frutta secca al posto delle nocciole.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.