Frittelle salate di pasta lievitata

Le frittelle salate di pasta lievitata con l’aggiunta di salame e parmigiano sono un finger food delizioso e saporito. Possono essere servite come antipasto, per un aperitivo o per una merenda super golosa. Prepararle è semplicissimo. Basta impastare acqua, lievito e farina, condire con salumi e formaggio, friggere in olio di arachidi ed il gioco è fatto. Naturalmente vanno preparate al momento perché è consigliabile mangiarle ancora calde o al massimo tiepide per conservare tutta la loro fragranza. In ogni caso anche fredde, anche se perdono un po’ di croccantezza della crosticina esterna, sono ancora buone da mangiare. Quindi se ne avanzano (cosa che non credo) le potete anche gustare in seguito. Vediamo come preparare le frittelle salate di pasta lievitata.  

Frittelle salate di pasta lievitata
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni25 frittelle
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gFarina tipo 2
  • 250 gAcqua
  • 130 gSalame tipo cacciatore
  • 30 gParmigiano
  • 6 gLievito di birra fresco
  • 3 gSale
  • 1Cucchiaio raso di zucchero
  • Pepe
  • Prezzemolo tritato
  • Olio di arachide per friggere

Preparazione

  1. Frittelle salate di pasta lievitata

    Mettere in una capiente ciotola l’acqua intiepidita. Aggiungere il lievito e lo zucchero e farli sciogliere bene con l’aiuto di una forchetta. Unire la farina e amalgamare il tutto con un cucchiaio di legno. Otterrete un impasto molto fluido. Aggiungere il sale, una bella macinata di pepe, il salame precedentemente privato della buccia e tagliato a pezzetti molto piccoli e il parmigiano grattugiato. Infine unire un ciuffetto di prezzemolo ben lavato del quale avrete prelevato e tritato finemente le foglie. Mescolare accuratamente, coprire la ciotola con un piatto e mettere l’impasto a lievitare in un luogo tiepido. Quando sarà raddoppiato di volume e risulterà bello gonfio e pieno di bolle mettere a scaldare abbondante olio di semi di arachide in una pentola o una padella con i bordi alti. Scaldare l’olio fino a 175 gradi. Se non avete il termometro potete provare a friggere una goccia di impasto. Se viene subito a galla e si formano delle bollicine tutte intorno potete cominciare a friggere le frittelle. Prelevare l’impasto a cucchiaiate e farlo scivolare nell’olio. Friggete poche frittelle di pasta lievitata per volta e cercate di non farle troppo grandi altrimenti potrebbero restare crude al centro. Toglierle dall’olio quando sono belle dorate da ogni lato e porle a sgocciolare su un foglio di carta assorbente. Gustarle calde o tiepide.

Qualche consiglio

Potete preparare le frittelle salate di pasta lievitata usando altri salumi al posto del salame come ad esempio prosciutto cotto, speck o cubetti di pancetta. Potete sostituire anche il parmigiano ad esempio con del pecorino romano grattugiato per delle frittelle ancora più saporite.

Potrebbero piacerti anche queste ricette:

FRITTELLE DI SEMOLINO CON ARANCIA E CANNELLA

CASTAGNOLE CON FARINA DI CASTAGNE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.