Frittata di fave fresche

La frittata di fave fresche è un secondo piatto vegetariano ottimo da preparare in primavera quando le fave verdi sono di stagione e nel pieno della loro diffusione.
Oltre a pecorino e parmigiano, per insaporire ho aggiunto delle foglioline di basilico spezzettate per dare un profumo tutto particolare.
Dopo aver sgranato le fave dai loro baccelli sarà opportuno anche togliere la loro buccia esterna che a volte può rimanere dura anche dopo la cottura.
Se invece le fave sono molto piccole e freschissime potete anche lasciarla riducendo così di molto il lavoro.

Frittata di fave fresche al basilico
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gFave fresche
  • 5Uova
  • 20 gPecorino romano
  • 20 gGrana Padano DOP
  • 1Cipolla
  • 5 foglieBasilico
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Frittata di fave fresche al basilico

    Sgusciare circa un chilogrammo di baccelli ottenendo così 300 grammi di fave.

    Sbucciare le fave se si ritiene che la loro buccia possa rimanere dura anche dopo la cottura.

    Pelare la cipolla e tritarla finemente. Metterla in una padella con un goccio d’olio extravergine di oliva e farla appassire a fiamma moderata.

    Per non farla bruciare aggiungere, se necessario, qualche cucchiaio di acqua.

    Unire le fave, salare leggermente e fare insaporire alcuni istanti.

    Aggiungere un bicchiere di acqua calda, chiudere la padella con un coperchio e fare cuocere per circa 15 minuti facendo asciugare completamente il liquido di cottura.

    In una ciotola sgusciare le uova, aggiungere una presa di sale, del pepe e sbattere pochi istanti con una forchetta.

    Unire il pecorino e il grana grattugiati.

    Infine aggiungere le fave cotte in precedenza e qualche foglia di basilico spezzettata con le mani.

    Scaldare un filo d’olio extravergine di oliva in una padella antiaderente.

    Quando si è scaldato a sufficienza, ma senza fare fumo, versarvi le uova e abbassare la fiamma al minimo.

    Chiudere con un coperchio e fare rassodare la frittata.

    Fare dorare bene la base e quando la superficie si è rassodata girare la frittata con l’aiuto di un piatto o del coperchio stesso e farla dorare anche dall’altro lato.

    Trasferire la frittata di fave fresche su di un piatto da portata e servirla.

Qualche consiglio

La frittata di fave fresche è ottima gustata calda o tiepida appena fatta. Ad ogni modo è anche buonissima mangiata a temperatura ambiente.

Può essere quindi preparata in anticipo e utilizzata come farcitura di panini, dentro il porta pranzo per chi mangia al lavoro e come pietanza per picnic e gite fuori porta.

Potrebbero piacerti anche queste ricette:

FRITTATA DI AGRETTI LIGHT

PESTO DI FAVE FRESCHE MANDORLE E CIPOLLA

PIZZA CON FAVE FRESCHE E PANCETTA

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.