Crea sito

Freselle con farina di grano duro

Le freselle con farina di grano duro sono delle ciambelle di pane che, dopo una prima cottura, vengono tagliate a metà e nuovamente infornate per essere tostate.

In questo modo diventano molto dure e si conservano a lungo.

Prima di utilizzarle vanno bagnate con acqua e poi condite con vari condimenti.

Io ad esempio le ho preparate con pomodori e cipolle e con melanzane e pomodorini. Per queste due ricette ho utilizzato delle freselle acquistate, ma siccome preferisco autoprodurre i prodotti da forno che mangiamo in famiglia, ho deciso di cimentarmi anche nella produzione delle freselle.

Sono rimasta stupita dalla facilità e dall’ottima riuscita di questa ricetta. Mio marito non si è nemmeno accorto della differenza e credeva che le avessi comprate! L’ho preso come un complimento.

Essendo un prodotto tostato e quindi secco è possibile conservare le freselle con farina di grano duro a lungo ben chiuse in un sacchetto per alimenti oppure in una scatola con coperchio ermetico.

Freselle con farina di grano duro
  • Preparazione: 15 + tempo di lievitazione Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 8 freselle
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Farina di grano duro 400 g
  • Farina Manitoba 200 g
  • Acqua 370 g
  • Sale 6 g
  • Lievito di birra 8 g

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e unirlo alle due farine con cui avrete formato una fontana sul piano di lavoro.

    Aggiungere il sale e cominciare ad impastare.

    Quando si sarà formato un impasto piuttosto omogeneo continuare ad impastare energicamente per almeno cinque minuti.

    Se avete a disposizione un impastatrice mettete tutti gli ingredienti nella ciotola e impastate col gancio per circa 10 minuti.

    Formare una palla con l’impasto, trasferirlo in una ciotola infarinata coperto con un piatto rovesciato.

    Fare lievitare fino al raddoppio.

    Riprendere l’impasto e metterlo sulla spianatoia leggermente infarinata.

    Dividerlo in otto parti. Con ciascuna parte formare un salsicciotto piuttosto lungo e con esso formare una ciambella.

    Se fosse necessario potete bagnare leggermente il punto di giunzione della ciambella per meglio farla aderire.

    Proseguire fino a formare 8 ciambelle che andrete a posizionare, ben distanziate tra loro, su due teglie rivestite di carta forno.

    Coprire le teglie con due canovacci puliti e mettere nuovamente a lievitare nel forno spento.

    Quando le freselle si saranno gonfiate a sufficienza togliere le teglie dal forno e accenderlo a 180 gradi in modalità ventilata per infornare le due teglie contemporaneamente.

    Cuocere le freselle per 15 minuti dopodiché tagliarle a metà ancora calde e disporle nelle teglie con la parte tagliata rivolta verso l’alto.

    Infornarle nuovamente a 160 gradi, sempre in modalità ventilata, per 30 minuti.

    Estrarle dal forno e farle raffreddare su di una griglia.

    Se preferite, o se non avete la modalità ventilata nel vostro forno potete cuocere una teglia alla volta.

    In tal caso impostate la temperatura a 200 gradi per i primi 15 minuti, poi, dopo aver tagliato a metà le freselle infornatele di nuovo a 180 gradi per 30 minuti.

    Conservare le freselle con farina di grano duro ben chiuse in sacchetti per alimenti o in una scatola con coperchio ermetico.

    Per non perdere le prossime ricette seguimi su Facebook oppure su Instagram.

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.