Crea sito

Focaccia dolce all’uva fragola

La focaccia dolce all’uva fragola si ispira alla schiacciata di origine toscana da preparare in tempo di vendemmia con l’uva canaiola.

Si tratta di un dolce molto povero della tradizione contadina. Infatti i suoi ingredienti sono pochi e facilmente reperibili nelle cucine contadine di un tempo: farina, zucchero, olio e uva.

La ricetta originale prevede di utilizzare dell’uva da mosto, ma vista l’impossibilità, almeno per me, di procurarmela, ho deciso di sostituirla con della dolcissima e aromatica uva fragola.

Se avete la fortuna di conoscere qualcuno che possiede una vigna, o siete talmente fortunati da possederla voi stessi, allora dovete assolutamente provare questa focaccia (o schiacciata alla toscana) con l’uva da vino.

Infine una considerazione per quanto riguarda i semi.

Se non vi danno fastidio (la ricetta in origine prevede di non toglierli) lasciateli.

Io, devo essere sincera, li ho tolti con grande pazienza e lavoro. L’uva che ho comprato aveva dei semi così duri che avrebbero rovinato il gusto di addentare una così buona e golosa focaccia.

 

Focaccia dolce all'uva fragola
  • Preparazione: Tempo di lievitazione + 20 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4-6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

Per la pasta di pane

  • Farina tipo 2 330 g
  • Acqua 170 g
  • Lievito di birra fresco 6 g
  • Sale 5 g
  • Zucchero 1 cucchiaino

Per la focaccia

  • Uva fragola 750 g
  • Olio extravergine d'oliva 25 g
  • Zucchero 40 g
  • Altro olio per la superficie
  • Rosmarino (facoltativo) 1 rametto

Preparazione

  1. Per prima cosa prepariamo la pasta di pane.

    Se volete, per fare prima, potete acquistarla già pronta dal fornaio. Saranno sufficienti 500 grammi di impasto già lievitato.

    Altrimenti procedete come segue.

    Mettere l’acqua intiepidita nella ciotola della planetaria e sciogliervi il lievito e un cucchiaino di zucchero.

    Aggiungere la farina e il sale e cominciare a impastare con il gancio per 5-10 minuti.

    Porre a lievitare in un luogo tiepido a riparo da correnti d’aria fino al raddoppio.

    Io l’ho lasciato direttamente nella ciotola della planetaria coprendolo con un piatto e l’ho messo dentro il forno spento.

    Se avete comprato l’impasto già pronto procedete da questo punto.

    Infarinare leggermente una spianatoia e rovesciarvi l’impasto lievitato.

    Dividerlo in due parti una leggermente più grande dell’altra.

    Ungere bene una teglia da forno e trasferirvi la metà dell’impasto più grande.

    Con le mani unte schiacciarlo per bene dandogli una forma rettangolare.

    Distribuire sulla superficie 450 grammi circa dell’uva.

    Se avete tempo e pazienza vi consiglio di eliminare tutti i semi tagliando prima gli acini a metà.

    Cospargere l’uva con metà dello zucchero e con un generoso filo d’olio extravergine di oliva.

    Schiacciare anche il rimanente impasto sulla spianatoia usando pochissima farina per non farlo appiccicare alle mani.

    Usare la pasta così stesa come coperchio per la focaccia.

    Sigillare bene i bordi ripiegando i lembi inferiori su quelli superiori e pizzicando l’impasto.

    Distribuire sulla superficie la rimanente uva (con o senza semi, decidete voi), il rimanente zucchero e ancora un filo d’olio.

    Se lo gradite potete anche cospargere la focaccia con qualche ago di rosmarino fresco.

    Infornare a 200 gradi modalità statica per 30 minuti.

    Sfornare, fare intiepidire e trasferire la focaccia dolce all’uva fragola su di una griglia per farla raffreddare completamente.

    Gustarla in giornata.

Qualche consiglio

Vi consiglio di consumare la focaccia dolce all’uva fragola appena fatta o al limite in giornata per gustarla al meglio.

Se ve ne avanza un po’ potete lasciarla a temperatura ambiente fino al giorno seguente al massimo. Poi l’umidità dell’uva ne rovinerebbe troppo la consistenza.

Se non gradite il rosmarino potete ometterlo.

Se invece volete dare a questa focaccia una marcia in più potete aggiungere alla farcia interna una manciata di semi di anice.

Per non perdere le prossime ricette seguimi sui social

Mi trovi su FACEBOOK

oppure su INSTAGRAM.

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

TORTA DI PANE AL CACAO E NOCI

TORTA DI PANE RAFFERMO ALLE MELE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.