Crea sito

Crostata morbida con namelaka al limone

Era da tanto tempo che non usavo il mio stampo furbo e devo dire che la crostata morbida con namelaka al limone è stata la ricetta perfetta per tirarlo fuori dal ripostiglio.

Per chi non conoscesse ancora lo stampo furbo ne farò una brevissima descrizione.

Si tratta di uno stampo da crostata con una scanalatura tutta in torno per cui, una volta cotta la base e capovolta, si verrà a formare un bordo tutto attorno e un incavo al centro da farcire come più ci piace.

In questo caso ho deciso di riempire la mia crostata morbida con una buonissima namelaka al limone e con tanti deliziosi frutti di bosco.

Se volete preparare questa torta considerate il fatto che andrà preparata almeno il giorno prima rispetto a quello in cui la volete consumare perché la namelaka ha bisogno di una intera notte per rassodarsi e per raggiungere la sua consistenza particolare.

Crostata morbida con namelaka al limone e frutti di bosco
  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8-10 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la base

  • Farina tipo 2 160 g
  • Olio di semi di arachide 80 g
  • Latte 80 g
  • Uova grandi 2
  • Zucchero 80 g
  • Lievito per dolci 8 g
  • Sale 1 pizzico
  • Scorza di limone grattugiata

Per la namelaka

  • Panna fresca 250 g
  • Latte 110 g
  • Cioccolato bianco 180 g
  • Succo di limone 35 g
  • Miele 7 g
  • Gelatina in fogli 3,5 g
  • Scorza di limone

Per decorare

  • Frutti di bosco freschi 150 g
  • Foglioline di menta
  • Limoncello

Preparazione

  1. Per prima cosa prepariamo la namelaka al limone.

    Mettere il latte in un pentolino e portarlo quasi ad ebollizione. Deve essere molto caldo, ma senza che si formi la pellicola superficiale.

    Mettere in infusione nel latte la scorza di un limone non trattato ricavata con un pelapatate in modo da prelevare solo la parte gialla.

    Lasciare che il latte si raffreddi completamente poi togliere la scorza di limone, filtrare il latte e versarlo in un pentolino pulito.

    Mettere la gelatina in fogli a bagno in acqua fresca per almeno 15 minuti.

    Scaldare nuovamente il latte e sciogliervi dentro la gelatina ben strizzata e il miele.

    Fare fondere il cioccolato bianco tagliato a pezzetti nel microonde oppure a bagno maria e successivamente aggiungerlo nel pentolino del latte mescolando bene.

    Unire la panna fredda di frigo e il succo di limone.

    Frullare bene con un frullatore a immersione in modo da ottenere una crema liquida, ma omogenea e liscia.

    Coprire con della pellicola per alimenti a contatto e riporre in frigorifero fino al giorno successivo.

    Per quanto riguarda la base morbida potete decidere di preparare anche questa il giorno prima e conservarla sotto una campana per torte in modo da assemblare la torta al momento di gustarla.

    Nella ciotola della planetaria mettere le uova sgusciate e lo zucchero.

    Montarle per alcuni minuti finché diventano chiare e spumose.

    Unire il latte e l’olio e continuare a montare a bassa velocità.

    Infine aggiungere la farina setacciata con il lievito, un pizzico di sale e la scorza grattugiata di un limone non trattato.

    Imburrare e infarinare uno stampo furbo da 24 centimetri e versarvi l’impasto.

    Cuocere in forno statico a 170 gradi per circa 30 minuti.

    Fare raffreddare e sformare, poi trasferire la base sul piatto da portata.

    Bagnare la base con del limoncello per renderla ancora più morbida e saporita.

    Decidete voi le quantità, ma io consiglio di abbondare.

    Se ci sono dei bambini potete anche evitare il liquore.

    Tirare fuori la namelaka al limone dal frigorifero un quarto d’ora prima di utilizzarla per farla ammorbidire leggermente.

    Metterla in un sac a poche col beccuccio liscio e riempire la base morbida con tanti ciuffi o righe di crema.

    Lavare i frutti di bosco (io ho messo ribes e mirtilli, ma potete scegliere anche more, fragole o altro) e asciugarli bene.

    Distribuirli sulla superficie del dolce, decorare con qualche fogliolina di menta e riporre in frigorifero fino al momento di consumare la torta.

Qualche consiglio

E’ preferibile mettere i frutti di bosco poco prima di gustare il dolce per evitare che si sciupino.

Se ti è piaciuta la ricetta della crostata morbida con namelaka al limone seguimi sui social per non perdere le prossime.

Mi trovi su FACEBOOK

oppure su INSTAGRAM.

Potrebbero piacerti anche queste ricette:

COPPETTE DI NAMELAKA ALLE ARACHIDI E CIOCCOLATO

CROSTATA MORBIDA CON MOUSSE DI RICOTTA E FRAGOLE

ROTOLO CON NAMELAKA AL PISTACCHIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.